mercoledì 27 luglio 2011

Compro loro

Ieri denunziato un titolare di negozi Compro Oro. Per ricettazione, riciclaggio e quant'altro, qui l'articolo. Ora, noi diciamo, esiste solo uno tra i lettori questi blog a pensare che la presenza di questa nuova genìe di banditi a Roma e la loro enorme visibilità su molti circuiti di cartelloni sia una casualità?
Semmai c'è da chiedersi: perché arrestano i Compro Oro e non i cartellonari? Quanto dobbiamo aspettare ancora per le retate negli uffici che intendiamo noi? Il povero Compro Oro l'hanno trovato con 700mila euro non dichiarati, ma quand'è che la magistratura andrà a ravanare dove si possono trovare non 700mila, ma 700 milioni di euro?

3 commenti:

  1. Il problema non è tanto andare a cercare i teso ri dei cartellonari che sono molto più magri di quanto si pensi, basti pensare che l'intero billing nazionale sulle affissioni non arriva a 300 milioni, ciè il fatturato complessivo di tutti i cartellonari italiani; piuttosto quello di porre dei ferrei sbarramenti al'ingresso di soggetti improvvisati e spesso poco raccomandabili. Per le retate bisogna aspettare che insieme ai mafiosi camorristi negli uffici siano presenti anche tutti quei dirigenti e funzionari che al pari loro sono da Codice Penale. Magistratura dove sei?
    Se mi sbaglio correggetemi.
    Grazie.
    Anonimo Pentito.

    RispondiElimina
  2. 300 milioni su base nazionale?
    Pentito, vuoi scherzare vero? Forse questi sono i dati ufficiali, al netto dell'evasione, della 'Ndrangheta, della Camorra e di tutte le mafie. Secondo calcoli spannometrici solo la città di Roma sviluppa un giro d'affari pari al triplo di questa cifra.

    RispondiElimina
  3. com'è, ancora non è arrivato il solito cazzaro a dire che i compro oro sono un servizio utile per chi ha problemi finanziari e noi siamo frustrati e invidiosi? sono deluso

    RispondiElimina