sabato 16 luglio 2011

Dio volesse...

Manovra/ Entra stretta su affissioni e cartelloni pubblicitari
Aumentano sanzioni

Roma, 15 lug. (TMNews) - Arriva la stretta sulle affissioni e i cartelloni pubblicitari apposti lungo le strade. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato dalla commissione Bilancio del Senato. La norma aumenta "la sanzione amministrativa pecunaria per la mancata osservanza delle prescrizioni contenute nell'autorizzazione alla collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade". Si prevede inoltre "la responsabilità solidale del soggetto pubblicizzato con il contravventore".

------------------------------------------------------------------------

Gli ultimi ritocchi - Stop a manifesto selvaggio. Ma vale solo per la pubblicità, non, ad esempio, per i manifesti politici. Una delle ultime modifiche inserite nella manovra prevede infatti l'aumento della sanzione amministrativa pecuniaria per la mancata osservanza delle prescrizioni contenute nell'autorizzazione alla collocazione di mezzi pubblicitari lungo le strade. Me si stringe ancora di più: si prevede infatti "la responsabilità solidale del soggetto pubblicizzato con il contravventore". Cioé: se chi affigge non rispetta le regole anche chi viene pubblicizzato dovrà pagare. E le multe diventano più salate: "Aumenta l'importo della sanzione amministrativa pecuniaria per il mancato rispetto delle prescrizioni contenute nell'autorizzazione alla collocazione di cartelli e altri mezzi pubblicitari lungo le strade o in vista di esse. La sanzione, che attualmente è fissata nel minimo a 159 e nel massimo a 639 euro, viene elevata a 1.3765,55 euro nel minimo e 13.765,50 nel massimo".

3 commenti:

  1. potrebbe anche essere un ottima notizia, è da capire se c'è la volontà politica poi di multare e soprattutto di riscuotere, di leggi come queste ne hanno fatte a centinaia per gettare un pò di fumo negli occhi iniettati di sangue dei cittadini, poi non le applicano o creano le condizioni per renderle inefficaci. staremo a vedere

    RispondiElimina
  2. L'amministrazione comunale stanno già lavorando per esentare il Comune di Roma dall'applicazione di questa misura!

    RispondiElimina
  3. mandate email/esposti agli uffici della Polizia di Roma Capitale e agli assessori comunali contro il Teatro Romano di Ostia Antica che sta sommergendo la città di volantini ovunque.
    INVIATE! INVIATE! INVIATE!
    I loro concerti se li pubblicizzino altrove anzichè sulle proprietà pubbliche degradando quartieri interi

    RispondiElimina