sabato 30 luglio 2011

Quanto tempo ci si può godere una strada ben realizzata prima dell'arrivo dello schifo?


Zona Giustiniano Imperatore. Via della Villa di Lucina. Una strada ristrutturata alla perfezione, un gioiello. Almeno fino all'arrivo di loro.

8 commenti:

  1. E, come avevo già detto per la "macelleria de mi'zzio", adesso c'è la "farmacia de mi cuggino", pensate, ci tengono a farci sapere che hanno le convenzioni con il cto e con il cral (quale ?)
    Stanno alla frutta, inserzionisti e cartellonari
    Buon segno

    Marco1963

    RispondiElimina
  2. poco, troppo poco tempo. ma si arriverà alla resa dei conti con questi barbari devastatori, Roma deve risorgere.

    RispondiElimina
  3. Ci stiamo già arrivando alla resa dei conti, si stanno autodistruggendo da soli, di incerto c'è il quando, il mercato dell'outdoor romano crollerà, ma che crolla non ci sono dubbi, il fondo del barile lo stanno raschiando da tempo.

    Marco1963

    RispondiElimina
  4. Questa farmacia è committente di altri cartelli in zona, tutti più o meno sanzionabili.

    RispondiElimina
  5. Farmacie, pompe funebri, compro oro, negozi di telefonia.

    Ecco i committenti della mafia cartellonara.

    Ormai non vale nemmeno più la scusa che i cartelloni sparsi come veleno in tutte le strade aiutano i piccoli commercianti a farsi vedere.

    Sono stati sequestrati dalle corporazioni più forti che li usano esclusivamente per marcare il territorio, dato che l'utilità commerciale è ZERO. Ormai sono così tanti che è impossibile che il cittadino comune si fermi a leggerne uno.

    RispondiElimina
  6. Sono gli stessi che hanno piantato un cartellone sullo spartitraffico appena riqualificato, mi sembra ne abbiano vari in zona.

    RispondiElimina
  7. Ormai per Roma ci vuole una legge nazionale.
    Caro Comitato fatti promotore di una interpellanza presso il Parlamento.
    Credo che l'emergenza giustifichi una seria presa d'atto da parte dei rappresentanzti politici di Montecitorio.
    Buona Domenica.
    Anonimo Pentito.

    RispondiElimina
  8. Infatti bisognerà fare pressione perché per le prossime politiche, si trovi una formazione politica che metta nel suo programma elettorale il riordino della materia
    L'italia non ha più materie prime, rimane il paesaggio e poco altro, e vanno difesi ad ogni costo, compreso dai cartelloni
    E poi si recupererebbe una marea di evasione fiscale.
    Marco1963

    RispondiElimina