lunedì 11 luglio 2011

Se lo dice lui

Un pò di rassegna stampa, per rinfrescarci la memoria, in merito alle dichiarazioni del nostro sindaco alemanno riguardanti la situazione della cartellonistica pubblicitaria a roma rilasciate qualche mese fa.
Le definizioni usate dal sindaco sono:

- ...società fantasma create ad hoc... (20100923_Messaggero Roma.pdf)
- ...contrastare questa mafia... (20110116_Il Messaggero.pdf)
- ...associazioni criminali... (20110203_Corriere della Sera Roma.pdf)
- ... «piovra» dell'abusivismo... (20110203_Il Tempo Roma.pdf)
- ...è un vero e proprio racket... (20110203_La Repubblica Roma.pdf)
- ...all'attacco delle associazioni criminali... (20110203_Messaggero Roma.pdf)

E allora caro sindaco viste le sue dichiarazioni quantomeno allarmanti dopo tutti questi mesi una domanda ci sorge spontanea: cosa è stato fatto?

6 commenti:

  1. da Bastacartelloni.blogspot.com :
    Tornando alla nostra proposta di delibera, il motivo del post è che essa è stata finalmente calendarizzata dalla Commissione consiliare competente, Commercio Artigianato e Attività Produttive, che dovrà predisporre una relazione e quindi sottoporla al voto del Consiglio Comunale.
    La seduta è fissata per mercoledì 13 luglio p.v. alle ore 12:00 presso la sede della Commissione, in Via dei Cerchi, 6, 2° piano.
    Il Comitato Promotore è stato ufficialmente invitato a partecipare ai lavori della Commissione ed uno dei componenti illustrerà il progetto d'iniziativa popolare. Ricordiamo che le sedute delle commissioni consiliari sono pubbliche per cui chiunque può assistervi.

    RispondiElimina
  2. ma dai, ancora a chiedere al sindaco? robba che siamo messi peggio di Casal di Principe ogni giorno una sparatoria per strada, ieri addirittura la fiaccolata dei parenti della vittima cose finora viste solo nella sicilia della mafia. Qui o escono fuori giudici alla Falcone e Borsellino oppure ci possiamo mettere una croce sopra.

    RispondiElimina
  3. Anonimo delle 11.39
    pur auspicando che la vergogna della cartellopoli romana diventi presto oggetto di attenzione della Magistratura (che ha ricevuto numerosissime segnalazioni in merito..) penso che alla fine diventi molto comodo assumere posizioni come la tua.
    Nessuno chiede niente al Sindaco.
    Cerchiamo solo di batterci per la legalità.
    E di far applicare le leggi di uno Stato di diritto. Ci proviamo senza ovviamente la certezza di riuscirci.
    Magari avremmo qualche possibilità in più se fossimo stati aiutati da tante persone come te che invece hanno preferito da sempre criticare, insultare, accusarci di connivenza coi cartellonari o abbaiare inutilmente alla luna minacciando fanciullescamente di comprare frullini o tirare giù i cartelloni col trattore.

    RispondiElimina
  4. fitz la critica non era verso di voi ma verso la giunta, penso sia molto difficile che i cittadini, per quanto caparbi, possano riuscire ad influenzare un sistema mafioso come quello che si è installato alla guida di questo paese e non solo di Roma, senza l'apporto efficace della magistratura, di un certo tipo di magistratura..

    RispondiElimina
  5. leggo che li definirebbe 'associazioni criminali' o 'piovra dell'abusivismo'...
    ma qualche tempo fa non aveva anche dichiarato che i cartelloni in fondo sono belli?

    ha cambiato idea o c'è qualcosa che mi sfugge?
    sarebbe grave che un amministratore cittadino ci possa mettere 3 anni prima di capire la gravità di una situazione così allarmante

    RispondiElimina
  6. Parlare è facile, ma FATTI ZERO.

    Anzi, ciò che è stato fatto è andato solo a favore del racket.

    RispondiElimina