venerdì 22 luglio 2011

Se tanto mi da tanto...


LOTTA ALLA CRIMINALITA'
Setacciati i negozi "compro oro" sequestrati venti chili di preziosi
Operazione dei carabinieri in provincia di Roma contro il fenomeno della ricettazione di metalli preziosi rubati. Smascherato e denunciato un "insospettabile", restituita a una coppia di coniugi del Trionfale l'argenteria che era stata loro trafugata

Venti chili di argenteria sequestrati, oltre 100 esercizi commerciali controllati. E' il bilancio di un'operazione dei carabinieri in relazione alla sempre più crescente diffusione di negozi cosiddetti 'compro oro'. Il monitoraggio è stato avviato nei Comuni della Provincia di Roma (area tiburtina, Castelli Romani, litorale laziale) e ha interessato tutti gli esercizi che acquistano e vendono gioielli e preziosi nell'ottica di un contrasto al fenomeno della ricettazione degli oggetti trafugati.

E' previsto infatti che, per garantire la tracciabilità dei materiali acquistati e rivenduti, gli esercenti sono tenuti a compilare un registro di pubblica sicurezza su cui annotare la merce acquistata e l'identità del venditore. I preziosi devono inoltre essere tenuti a disposizione degli organi polizia per almeno 10 giorni per consentire eventuali verifiche in quanto potrebbe trattarsi di refurtiva. Tuttavia qualcuno non rispetta le regole e talvolta accade che i gioielli acquistati dai 'compro oro' siano provento di reati.

Nell'ambito delle verifiche 4 esercenti sono stati multati per omessa compilazione del 'registro del commercio di beni antichi e preziosi'. Presso un esercizio compro oro della periferia sud est della Capitale sono stati invece recuperati 20 chili di argenteria di pregevole fattura, frutto di un furto perpetrato nella notte tra il 2 e il 3 luglio nel quartiere Trionfale ai danni di una anziana coppia di coniugi. Gli accertamenti dei carabinieri hanno consentito di smascherare un insospettabile ricettatore che è stato denunciato all'autorità giudiziaria mentre il materiale di valore è stato restituito ai legittimi proprietari.

(21 luglio 2011)

************************************************************************

Roma, lotta alla ricettazione. Setacciati oltre cento ‘Compro Oro’ 
Operazione anti ricettazione a Roma e dintorni. Setacciati oltre cento negozi ‘Compro oro’. Quattro esercenti sono stati multati, uno è stato denunciato.

A Roma è stata dichiarata guerra alla ricettazione. I carabinieri hanno avviato una serie di serrati controlli in oltre cento esercizi commerciali che acquistano e vendono oro, nei comuni della provincia di Roma. L’operazione ha lo scopo di contrastare il fenomeno dell’acquisto e della vendita di preziosi rubati.

Gli esercenti ‘Compro oro’ sono tenuti a rispettare severe regole per garantire la tracciabilità dei preziosi acquistati e rivenduti. In un registro di pubblica sicurezza i commercianti devono, infatti, annotare gli oggetti che acquistano e le generalità del venditore. I preziosi, inoltre, devono essere conservati in negozio per almeno dieci giorni, in modo da consentire alla polizia eventuali verifiche.

Spesso, però, gli esercenti non rispettano tali regole: non compilano il registro e cercano di ‘sbarazzarsi’ il prima possibile degli oggetti acquistati.

Durante i controlli quattro negozi ‘Compro Oro’ della Capitale sono stati multati per l’omessa compilazione del registro. In uno di questi negozi sono stati invece recuperati venti chilogrammi di argenteria di pregevole fattura, che era stata rubata meno di venti giorni fa ad una coppia di anziani residenti in zona Trionfale. Un insospettabile ricettatore è stato così smascherato e denunciato all’Autorità giudiziaria. La refurtiva restituita ai legittimi proprietari.

Redazione Le Novae/pa

9 commenti:

  1. la giustizia è sempre molto, ma molto lenta...troppo lenta, in queste condizioni chiunque può fare il comodo che vuole facendola sempre franca

    RispondiElimina
  2. I NEGOZI COMPRO ORO SONO IL NUOVO STRUMENTO DELLA MALAVITA ORGANIZZATA PER IL RICICLAGGIO DEL DENARO SPORCO.

    L'OMICIDIO SIMMI IN PIENO CENTRO A ROMA E' LEGATO A QUESTO FENOMENO DEL CRIMINE ORGANIZZATO.

    RispondiElimina
  3. DIETRO COMPRO ORO E CARTELLONI ABUSIVI C'E' LA STESSA MALAVITA.

    ECCO PERCHE' COSI' TANTI CARTELLONI "A CAZZO" ABUSIVI RECLAMIZZANO "COMPRO ORO".

    SAREBBE ORA CHE QUALCUNO SI SVEGLIASSE!

    RispondiElimina
  4. INCREDIBILMENTE A PIAZZA CAVOUR ANGOLO VIA VITTORIA COLONNA (EX BELLISSIMA ZONA ORA ORRENDAMENTE SFIGURATA DA DECINE DI 1 x 1 ABUSIVI) STAMATTINA SONO COMPARSI, SULLA NUOVA ORECCHIA DEL MARCIAPIEDE RIFATTA CON LASTRE DI BASALTO, PURE I PARAPEDONALI "PUBBLICITARI" ABUSIVI. OVVIAMENTE CON DEVASTAZIONE DELLE NUOVE LASTRE DI BASALTO.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  5. esatto il riferimento all'omicidio Simmi.
    un ex componente della banda della Magliana che gestisce un esercizio commerciale di Comprooro la dice tutta. Ma proprio tutta!

    RispondiElimina
  6. Non mi sentirei di confermare l'equazione cartellonaro=malavitoso. Comunque non nella gran parte dei casi. Sicuramente con il lassismo che l'Amministrazione in carica ha messo in campo c'è anche il pericolo che si sia infiltrato qualche elemento appartenente alla criminalità organizzata. per quanto mi sembra già abbastanza criminale cio che si sta producendo a danno dei cittadini con le istallazioni abusive, semi abusive e paraautorizzate che sono sotto gli occhi ditutti. Ma il cartellonaro ha un'essenza molto più banale . Lui sogna di mettere impianti in ogni dove e sempre più numerosi. E' una psicosi che non ha niente a che vedere ne con le dinamiche del marketing e neppure con le tresche mafiose. Vive di emulazione del concorrente e vuole cercare di essere di più di lui, senza rendersi conto che si sta facendo Harakiri. Avrebbe bisogno di essere educato di fare corsi di formazione di studiare economia e sociologia.Perchè il Caro Direttore non si fa promotore e istituisce un centro studi specializzato per aprirlo alla frequenza di quanti vorrebbero fare tale mestiere? Poi se trovasse il tempo tra una menata e l'altra, favori, clientele e affarucci con i suoi suoi amati attacchini locali e nazionali, potrebbe farvi una capatina anche lui a sciaquare un pò i panni dell'incompetenza e della pasticcioneria. Arrivederci.
    Anonimo Pentito.

    RispondiElimina
  7. ^^^^A(NON)RRIVEDERCI

    CARTELLONARO=MALAVITOSO

    CARTELLONI ABUSIVI/ILLEGALI=MALAFFARE/CAMORRA

    A(NON)RRIVEDERTI

    RispondiElimina
  8. Anonimo pentito chi intendi per "caro direttore"...?

    RispondiElimina
  9. in questo post si discuteva più che altro di quelli che gestiscono i negozi comprooro e non tanto di cartellonari
    quelli ormai li conosciamo da tempo e sappiamo che gente sia.

    RispondiElimina