domenica 7 agosto 2011

Bosi-segnala: Compro Oro senza targhetta e su spartitraffico

Segnalazione inviata il 21 giugno 2011 a: polmunicipaleseg15@comune.roma.it; francesco.paciello@comune.roma.it; segnalazioniaffissioni@comune.roma.it; polmunicipaleseggssu@comune.roma.it; davide.bordoni@comune.roma.it; assessorato.ambiente@comune.roma.it

In data 27 aprile 2011 é pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata dalle foto allegate (scattate il 26.4.2011), che fa presente un impianto pubblicitario bifacciale di mt. 1 x 1 circa (vedi foto allegate come “Impianto in Via Quirino Maiorana altezza civ. 189 su spartitraffico centrale_01.jpg” e come “Impianto in Via Quirino Maiorana altezza civ. 189 su spartitraffico centrale_02.jpg”) installato sullo spartitraffico centrale di  Via Quirino Maiorana all'altezza del civico n. 189 (vedi planimetria allegata "“Impianto in Via Quirino Maiorana altezza civ. 189 su spartitraffico centrale_pianta.jpg").

La foto allegata “Impianto in Via Quirino Maiorana altezza civ. 189 su spartitraffico centrale_2008.jpg” é tratta da Street View di Google Maps ed attesta che nel 2008 l’impianto non era stato ancora installato.

La foto allegata come "Impianto in Via Quirino Maiorana altezza civ. 189 su spartitraffico centrale_targhetta.jpg" mostra una targhetta adesiva affissa sul fianco dell’impianto senza alcun numero identificativo e recante in alto la scritta “COMUNE DI ROMA - DIP VIII UFF AFFISSIONI E PUBBLICITA’ - IMPIANTO IN PROCEDURA INSERIMENTO BANCA DATI” ed in basso il nome della ditta “EXTERNA SPAZI”, che non risulta ancora registrata nell’elenco delle ditte pubblicitarie censite nella nuova Banca Dati del Servizio Affissioni (aggiornato alla data del 20 maggio 2011).

La circostanza denota la natura totalmente abusiva dell’impianto: al riguardo si fa presente che un impianto analogo é stato installato in via Bruno De Finetti ed é stato già segnalato da questa associazione con un messaggio di posta elettronica trasmesso alle ore 10,06 del 15 giugno 2011.

La segnalazione e le foto allegate evidenziano comunque in modo chiaro che l'impianto risulta collocato sullo spartitraffico centrale di Via Quirino Maiorana.

Il 4° comma dell'art. 5 del vigente Regolamento delle Affissioni consente «di avvalersi, in deroga ...., della facoltà di autorizzare gli impianti pubblicitari sulle pertinenze di esercizio con larghezze superiori a metri 4, comprese fra carreggiate contigue. In tali situazioni, gli impianti andranno collocati in posizione parallela all’asse stradale con distanza dal limite della carreggiata non inferiore a metri 1,80»
.

Come lasciano chiaramente vedere le foto allegate l'impianto risulta collocato in posizione obliqua a Via Quirino Maiorana, su una pertinenza stradale compresa fra carreggiate contigue con larghezza molto inferiore ai 4 metri, e ad una distanza che sembra inferiore a metri 1,80 dal limite di entrambe le carreggiate.

Si chiede pertanto di voler accertare la regolarità del suddetto impianto, provvedendo - in caso di constatata violazione - alla sua immediata rimozione.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) -

2 commenti:

  1. i comprooro... la solita immondizia esclusiva italiana.
    avete letto della notizia di oggi dei ragazzi di udine che rubavano i gioielli delle loro famiglie e andavano a rivenderli ai comprooro per potersi poi comprare gli iphone?
    i comprooro... mah!

    RispondiElimina
  2. cartelloni, comproro: sempre mafia è

    RispondiElimina