lunedì 5 settembre 2011

E se proprio non riusciamo a rimuoverli...




Come dite? 200mila impianti (ma è vero, forse sono decisamente di più) sono difficilissimi da rimuovere anche il giorno che la città avrà un governo di persone per bene e oneste che decideranno di farlo? I quattrini necessari sarebbero talmente tanti che occorrerebbe una finanziaria apposita? Per la verità noi non lo crediamo, ma anche se così fosse una soluzione estrema potrebbe esserci: lasciare gli impianti dove sono e farne una sorta di museo internazionale dell'affissione. "Appaltando" gli spazi ad artisti di tutto il mondo. La città si trasformerebbe in un unico immenso museo all'aperto assolutamente inedito a livello globale. Con evidenti ricadute turistiche e di immagine assolutamente positive.

Una proposta in questo senso viene da un lavoro dell'artista francese Rachel Morellet che qualche hanno fa ha proposto queste immagini che vi mostriamo in cui, sugli impianti, al posto delle inserzioni, si trovano immagini bucoliche e riposanti. Proprio quello che ci vuole dopo anni di violenza visiva.

3 commenti:

  1. La soluzione è una soltanto: un esercito di volontari, di gente indignata.
    Basterebbe che TUTTI i blog antidegrado reclamizzassero nella loro home page iniziative intelligenti come le "PASSEGGIATE ANTIDEGRADO" del blog Riprendiamoci Roma, facendole crescere, via via con interviste e lettere a quotidiani locali, da gruppuscoli di quattro gatti a ritrovi seri di una cinquantina di persone, in grado da potersi eventualmente anche difendere dallo sbandato di turno (non parlo di fare ronde; ma nel caso "l'attacchino" volesse "fare la festa" a chi gli stacca il manifesto abusivo, che ci siano una decina di mani robuste a immobilizzarlo).

    RispondiElimina
  2. no. si prendono le ditte che installano e si chiede gentilmente di rimuovere la merda. e i materiali tutti al riciclo. non credo che questa soluzione funzioni... forse a oslo sì... a roma no... diventerebbero il muro degli ultras della città. i cartelloni diventerebbero l'alcova di un'infinità di roma merda lazio merda.

    RispondiElimina
  3. Farebbero troppo schifo lo stesso. È un'impresa impossibile anche per l'arte :(

    RispondiElimina