giovedì 1 settembre 2011

Incredibile, imponderabile, inaggettivabile. A Corso Trieste...








14 commenti:

  1. tranquilli, tra poco li piazzeranno direttamente in mezzo alla strada, tanto a Roma si può fare tutto, veramente fanno passare la voglia di rispettare le leggi anche al più onesto cittadino, spero che si finisca al più presto nel caos totale, quello vero però, quello per tutti non solo per le varie cricche

    RispondiElimina
  2. Bisognerebbe attaccarci Bordoni e Alemanno a quei due pali, altro che il cartellone.
    Roma in mano al crimine, non c'è legge, solo quella del più forte.

    RispondiElimina
  3. COMUNE GESTITO DA AFRICANI...

    RispondiElimina
  4. denunciate questo schifo, vi prego

    RispondiElimina
  5. sta già arrivando la municipale a sirene spiegate...ahahahah

    RispondiElimina
  6. Loredana quanto prima VAS inoltrerà la segnalazione dell'impianto alle autorità competenti.

    RispondiElimina
  7. Un solo aggettivo: è una MERDACCIA
    Marco1963

    RispondiElimina
  8. Corso Trieste, uno dei viali più eleganti del quartiere, è martorizzato da decine di impianti orrendi. Questo li supera tutti!
    Grazie ad Aledanno!

    RispondiElimina
  9. CHE CITTA' DI SCUREGGIONI

    RispondiElimina
  10. Ammazza che schifo.

    RispondiElimina
  11. Bordoni e la sua cricca e il Sindaco Alemanno sono in mano ai boss che governano il racket delle affissioni. Andate a vedere su FB i post dell'ex assessore alla cultura Croppi a margine di una discussione sulla ristrutturazione di corso rinascimento. Alcuni utenti di FB gli hanno fatto notare lo scandalo cartelloni e lui dice chiaramente che l'affare è in mano a gente PERICOLOSA, che già lui nel 94 fece una indagine riservata per Rutelli e scopri cose inquietanti.... Vi ricordo che Veltroni fu minacciato di morte!!! Con questa giunta Roma è stata svenduta alle mafie. Ribelliamoci prima che ci mangino pure la libertà di uscire di casa e di lavorare onestamente. Denunciamo alla magistratura, alla guardia di finanza, carabinieri, vigili, devono intervenire prima o poi a fronte di migliaia di denunce.

    RispondiElimina
  12. segnalo che dal sito del Comune di Roma è sparito ogni riferimento per poter fare segnalazioni all'Ufficio Decoro urbano e l'email per segnalare specificatamente i cartelloni abusivi. Complimenti Sindaco, non arrivano segnalazioni quindi il degrado non esiste vero???? Te ne devi andare a casa e se la Magistratura vorrà intervenire forse anche da qualche altra parte...

    RispondiElimina
  13. Via Veneto, un cartello ogni 7 metri. Più alcuni pali senza cartello. Apa ha piazzato un altro mega impianto all'inizio dello spartitraffico di via pinciana e altri cartellini sono stati piazzati con vista sulle mura aureliane....Senza pubblicita da mesi...a che servono?
    Davanti Ponte milvio lato piazzale cardinal consalvi, i cartelli sono circa 15 in 50 metri lineari di territorio !!!!!!!!!! Raddoppiati.
    Segnalo inoltre che migliaia di impianti di piccole dimensioni, piazzati spesso in mezzo ai marciapiedi sono da mesi senza pubblicita, solo con la scritta Spazio disponibile. La dimostrazione dell'inutilità dello scempio e ora come avviene di solito le Ditte abbandoneranno al loro destino gli impianti improduttivi che diventeranno pericolanti e oltremodo degradanti. I responsabili della materia sono il Sindaco di Roma, l'assessore al Commercio ed i suoi funzionari.

    RispondiElimina
  14. Anonimo del 03 settembre 2011 09:57 c'è la mandi qualche foto?

    RispondiElimina