sabato 22 ottobre 2011

Città che provano ad entrare in Europa. Milano vol. 1

PROVINCIA DI MILANO, ONLINE LE AUTORIZZAZIONI PER LA CARTELLONISTICA. LOTTA ALL'ABUSIVISMO
20/10/2011

L’assessorato Infrastrutture e Mobilità punta sulla digitalizzazione dei processi. Dalla cartellonistica pubblicitaria alle concessioni stradali, da gennaio via libera all’informatizzazione delle autorizzazioni. Semplificazione amministrativa, lotta all’abusivismo, efficienza e razionalizzazione dei procedimenti, tutela della legalità e della sicurezza stradale. Questi i principi ispiratori della campagna di digitalizzazione presentata questa mattina a Palazzo Isimbardi dall’Assessore alle infrastrutture e mobilità della Provincia di Milano, Giovanni De Nicola.

Attraverso un unico sistema di gestione e di controllo sarà possibile rilasciare le autorizzazioni, monitorare e mappare la cartellonistica pubblicitaria lungo le strade provinciali e individuare automaticamente i cartelli abusivi, attraverso tecnologia Rfid (Identificatori a radio frequenza).

Le autorizzazioni che sarà possibile richiedere online sono molteplici: dalla cartellonistica pubblicitaria alle concessioni stradali per la realizzazione di accessi privati, dai lavori di tombinatura all’occupazione di suolo lungo le strade provinciali, per un totale di circa 4mila richieste annue.

L’utente compilerà un format online, procederà al pagamento delle spese istruttorie mediante diverse opzioni ( bonifico, carta di credito, prepagate, pay-pal) e immediatamente dopo saprà se l’istruttoria è stata attivata. Avrà a sua disposizione un numero di protocollo che gli consentirà di monitorare l’iter della pratica e riceverà via e-mail la comunicazione inerente l’esito dell’istruttoria.

La digitalizzazione non riguarda solo la gestione online del procedimento autorizzatorio. Attraverso la tecnologia Rfid, l'impianto pubblicitario sarà dotato di un microchip univoco, non può essere riprodotto né contraffatto. Tutti i cartelli pubblicitari presenti lungo le strade provinciali saranno catalogati e mappati attraverso un sistema di georeferenziazione satellitare. Mediante un palmare, in dotazione ai cantonieri e al personale della polizia provinciale, sarà possibile leggere il microchip e scoprire in tempo reale se si tratta di un impianto abusivo. In tal caso, automaticamente, dal palmare stesso partirà la notifica della sanzione. Le spese successive di rimozione del cartello abusivo saranno puntualmente recapitate al responsabile dell’abuso.

http://www.youmark.it/article/34513/news-Provincia-di-Milano%2c-online-le-autorizzazioni-per-la-cartellonistica-youmark

5 commenti:

  1. Signor Sindaco Bordoni,
    Scommetto che a lei non interessa, vero?

    RispondiElimina
  2. blitz a Roma e tra i soggetti controllati anche 14 negozi comprooro di cui 5 scoperti con gravi violazioni.
    eh si... proprio quei comprooro le cui pubblicità invadono orami da mesi le strade della capitale su cartelloni naturalmente abusivi

    http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/10/22/
    news/blitz_a_bastogi_e_montespaccato_sette_
    arresti-23676923/

    RispondiElimina
  3. Chip anche per Bordoni, se si avvicina a Roma chiamare i Vigili Urbani!

    RispondiElimina
  4. il problema a Roma non è digitalizzare le procedure ma avere regole non a favore degli amici di bordoni

    RispondiElimina
  5. No... al podestà non interessa...

    RispondiElimina