domenica 23 ottobre 2011

Città che provano ad entrare in Europa. Milano vol. 2

LA PROMESSA
Manifesti abusivi, Pisapia: «Pago»
Il sindaco: «Non usufruirò della sanatoria per le affissioni irregolari». La multa: 417mila euro

Pisapia ai tempi della campagna elettorale (Salmoirago) MILANO - Il sindaco Giuliano Pisapia si è detto pronto a rinunciare a ogni tipo di colpo di spugna sulle multe per le affissioni abusive durante la campagna elettorale. «Non usufruirò della sanatoria e lo dico apertamente», ha detto Pisapia in un'intervista. Le multe ammontano a 417mila euro. Una cifra contestata dallo stesso Comitato Pisapia: «Intanto non sono affissioni abusive— dice il tesoriere Bruno Siracusano — e il 65 per cento delle contestazioni riguardano le liste collegate a Pisapia. In altri casi chiedono il pagamento di un bollo non dovuto per le campagne elettorali. Magari ci possono essere state delle affissioni prima del tempo, ma sempre sui tabelloni. Infine la cifra non tiene contro della reiterazione della violazione. Certo, se c’è un errore sui tempi pagheremo la nostra parte».
Maurizio Giannattasio
21 ottobre 2011 11:52

http://milano.corriere.it/milano/notizie/politica/11_ottobre_21/gian-pisapia-1901893972757.shtml

1 commento:

  1. Milano prova ad entrare in Europa e vabbè beati loro vediamo se ci riescono.
    noi a Roma invece abbiamo la faccia di bronzo di candidarci ad organizzare le Olimpiadi...
    patetici!

    RispondiElimina