martedì 11 ottobre 2011

E se Roma fosse tutta un Consorzio?

A Roma, i residenti in un Consorzio Stradale sono visti sempre come gli abitanti dell’isola-che-non-c’è di Peter Pan. Le loro strade sono pulite, i lampioni accesi, mai una buca, la segnaletica sempre visibile, le strisce pedonali al posto giusto, non un cartellone abusivo. E partecipano pure alle decisioni. E’ un modello di gestione che funziona, ed anche bene. E se Roma fosse tutta un Consorzio?

Segue su VignaClaraBlog

7 commenti:

  1. Sarebbe molto bello, ma non è robba da italiani, anzi mi scuso, non è robba da romani. Nel mio condominio (14 famiglie) sono 2 anni che stanno litigando per sostituire un portone rotto, per la strabiliante cifra di 100 euro a condomino.

    RispondiElimina
  2. L'idea non mi fa impazzire. Un'altro 'ente' a gestire la proprietà pubblica, con conseguenti costi.
    Dobbiamo metterci in testa che le regole esistono e gli uffici pure. Tutti devono fare la loro parte. Se il comune non funziona, va fatto funzionare.
    Bordoni non è in grado di fare alcunchè di buono (lo dimostrerebbe, se ce ne fosse bisogno, quest'altro articolo di oggi: http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/11_ottobre_11/mercato-trionfale-polemiche-disservizi-garrone-1901782832286.shtml), dunque va cacciato a calci.

    BORDONI = FALLIMENTO

    RispondiElimina
  3. venite a vedere come viene gestito il consorzio Torrino, e poi ne parliamo...

    RispondiElimina
  4. Spiegaci, caro anonimo, cosa intendi? Passo spesso da viale della Grande Muraglia, strada principale del "Consorzio Torrino Nord", e noto sensibilmente la differenza con l'esterno dell'area, come in quella "terra di nessuno" cartellonara chiamata viale dell'Oceano Pacifico invasa dai 2x4; nel Torrino Nord la cartellonistica sembra essere limitata agli 1x1 gestiti dallo stesso unico soggetto -il Consorzio- e gli inserzionisti sono tutti piccoli commercianti di quartiere. A me sembra una situazione decisamente migliore e non sarebbe male se anche l'Ente Eur gestisse come unico solo soggetto le affissioni nel quartiere.
    Carlo

    RispondiElimina
  5. Fatevi un giro all'Axa. Nelle strade esterne i cartelloni stanno uno sopra all'altro appena entri nelle strade del consorzio sembra un'altra città, neanche l'ombra di un cartellone.
    Vedere per credere.

    RispondiElimina
  6. di cartelloni è pieno anche il torrino, soprattutto piccoli 1x1, ma dove passano più auto anche i simpatici 2x4.
    la cura dei giardini è molto lacunosa, soprattutto se si prende in considerazione la famosa "collina del torrino", dietro al SIC che, abbandonata per anni è stata un paio di anni fa risistemata, per essere di nuovo abbandonata a sè stessa.

    se poi guardiamo al torrino sud, dove è presente il consorzio torrino collinare, la situazione peggiora sensibilmente. il consorzio è in liquidazione da secoli, e non raggiungendo mai il numero legale con le assemblee non si riesce mai a chiuderlo. in questo modo, rappresenta solo spese e non dà alcun servizio.
    qui immagini del quartiere:
    https://picasaweb.google.com/112007083038379023836/DegradoInPiazzaCinaSett2011
    https://picasaweb.google.com/112007083038379023836/IMARCIAPIEDIDELTORRINO

    date un'occhiata qui per quanto riguarda la chiusura del consorzio: http://www.cdqtd.it/chiusura-consorzio-torrino.html

    RispondiElimina
  7. Magari, ma è impossibile, nella strada in cui abitavo, privata, sono tre anni che si cercava di mettersi d'accordo per una riasfaltatura completa e non si è mai riusciti a farla...l'ultima risale al 1975, dopo la costruzione dell'ultimo edificio !!!

    RispondiElimina