venerdì 30 dicembre 2011

CA**ONE, cioè CASSONE‏

Roma: Cassone (Pdl), su cartelloni abusivi risposte maggioranza dopo anni di vuoto sinistra

Roma, 29 dic. - (Adnkronos) - "Come ha ben precisato il sindaco Alemanno, solamente con l'approvazione da parte dell'assemblea capitolina del nuovo Prip, Piano regolatore impianti pubblicitari, si potra' uscire fuori dalla situazione di caos ereditato dalle giunte di sinistra che hanno consentito il dilagare del fenomeno dei cartelloni abusivi". Lo dichiara il presidente della commissione commercio di Roma Capitale Ugo Cassone.

"E allo stesso tempo - continua - non hanno dato regole certe per tutti gli operatori che onestamente lavorano nel settore. Oggi con il Piano Regolatore, che verra' approvato dopo 17 anni di attesa, viene finalmente disciplinato il settore, garantendo legalita' e decoro per la citta', contrastando fortemente le forme di abusivismo".

"Inoltre - aggiunge - e' opportuno precisare un particolare: durante il lavoro effettuato in commissione commercio al fine di licenziare il Prip, provvedimento che e' stato apprezzato anche dalle associazioni di categoria, il Pd ha espresso sistematicamente voto contrario. Proprio per questo, chiediamo che al piu' presto venga discusso il Piano regolatore in aula Giulio Cesare, aprendo un dibattito serio in modo da smascherare coloro che difendono, soltanto a parole, il decoro della citta' di Roma".

http://www.liberoquotidiano.it/news/901246/Roma-Cassone-Pdl-su-cartelloni-abusivi-risposte-maggioranza-dopo-anni-di-vuoto-sinistra.html

*******************************************************************

Scusateci il francesismo, ma cosaca**odice il Consigliere Cassone per mancanza di prove presidente della commissione commercio di Roma Gabidale (con la g e con la d)? Cosa ca**o dice quest'individuo? Proprio ora che il Prip è stato sconfessato da associazioni, comitati e agenzie comunali, proprio ora lo individua come elemento da approvare subito, come panacea anti-abusivismo? Ma cosaca**odice?

Addirittura il superpolizziotto Di Maggio, oggi sul Corriere della Sera, ha dichiarato che il Prip non porterà alla fine del caos e dell'abusivismo (per questo occorre il bando e una gestione diversa del settore con una profonda riforma del mercato che ne Cassone, ne Bordoni, ne Alemanno vogliono e possono fare legati come sono agli interessi che vorremmo dire criminali ma non possiamo che stanno dietro alle ditte) e Cassone cosaca**odice? Dice che il Piano regolatore è la soluzione? L'Agenzia Comunale sottolinea che, pure se per lontana utopia il Piano Regolatore passasse così com'è e venisse applicato, i cartelloni a Roma resterebbero il doppio di quanti sono nelle altre città italiane (ove sono già troppi) e Ca**one, ehm, scusate, Cassone cosaca**odice? Insiste con la storia delle "regole certe" che aspettiamo da "17 anni".

E cosaca**oaggiunge Ca**one, ehm, Cassone? Aggiunge che il Piano Regolatore è piaciuto tanto alle associazioni di categoria. E te lo credo, Cassone mio. Te lo credo che è piaciuto. Il Piano lo state utilizzando non per riformare il mercato e spazzare via il marciume delle 400 ditte consegnando la gestione del servizio a una, due o tre società serie (come si fa in tutto il mondo) bensì per fare un condono tombale su queste società indifendibili. E ti credo che gli è piaciuto. E' come vantarsi che una legge antimafia è piaciuta a Riina, Provenzano e Messina Denaro. Cassone, ma credi davvero che qualcuno ci caschi?

13 commenti:

  1. Del resto quanto ti senti dire, privatamente, da uno di questi illuminati consiglieri comunali (non ca°°one) che queste aziende danno lavoro a 14mila persone c'è da farsi cadere le braccia.

    RispondiElimina
  2. Traffico ci fai sapere qualcosa più in dettaglio, privatamente. Tnx.

    RispondiElimina
  3. Quest'uomo ci ha preso tutti per degli idioti, sì? Ma dimmi tu che gente gira al comune. Vergogna.

    RispondiElimina
  4. Cassone!!!! dopo l'irragiungibile BORDONI un altro che meriterebbe di essere affisso a un cartellone vita natural durante... ma perché questo losco individuo le sue dichiarazioni le lascia solo a libero quotidiano?
    ripeto quello che ha detto qualche giorno fa un altro blogger... BORDONI CASSONE e PACIELLO, il problema dei cartelloni, a parole, lo hanno già risolto da 3 anni e noi sono 3 anni che aspettiamo di vedere i cartelloni che vengono tolti dala nostra visuale quotidiana, purtroppo non accadrà, perché per il sig CaSSONE e i suoi sodali combattere l'abusivismo significa regolarizzare l'esistente, così come è già stato fatto per tutti bancarellari che infestano Roma in ogni dove... via Cola di Rienzo è l'esempio lampante, un ex strada signorile comletamente trasfigurata daall'economia della mutanda.

    RispondiElimina
  5. http://www.ugocassone.com/index.asp

    RispondiElimina
  6. 'Sto "Cassone", un esempio perfetto della teppaglia che ci amministra. Questa è purtroppo la destra romana che abbiamo conosciuto in questi anni, gente che credo odia Roma e senza un minimo di coscienza di cosa sia la loro città, patrimonio dell'umanità intera. Ho votato alemanno ma dopo cartellopoli e l'avanzata degli zingari tredicine questa gentaglia ha definitivamente chiuso.

    RispondiElimina
  7. QUESTI INDIVIDUI NON POSSONO E NON DEBBONO STARE IN CAMPIDOGLIO. HANNO DISTRUTTO ROMA E CONTINUANO A SPARARE STRONZATE DELIRANTI CONTRO OGNI EVIDENZA DEI FATTI E DELLA LOGICA.

    Ho visto gente più ragionevale ai funerali del "caro leader" in Nord Corea.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  8. A proposito di caro leader, avete notato come stavano tutti con le facce affrante, ma dagli occhi non ho visto uscire neanche una lacrima.
    Ho scritto una mail a Cassone, chiedendogli, in un sussulto di coscienza civile, di far almeno rimuovere il cartellone a Viale Libia di fronte al murale per Paolo Di Nella, speriamo che almeno questo tocchi la sua sensibilità.
    Tra pochi giorni la metro sarà consegnata al comune, invito tutti a andare a fotografare gli spazi limitrofi il giorno dell'inaugurazione e poi una settimana dopo... non so perché ma credo che sarà terra di conquista da parte di mutandari stanziali-ambulanti e cartellonari...

    RispondiElimina
  9. Quello che mi fa tristezza è questo profluvio di dichiarazioni, agenzie stampa, comunicati sul tema cartelloni. Ovvero, l’ennesimo settore che invece di essere gestito con raziocinio e lungimiranza è diventato il solito caos e anarchia in salsa romana.
    Mi sembra assurdo che i nostri politici si siano ridotti a impegnare gran parte delle loro energie nel gestire le ricadute di un caos da essi stessi creato, mentre la città affonda tra millemila problemi.
    Riguardo la dichiarazione sull’apprezzamento delle associazioni di categoria al PRIP, è solo l’ultima di una lunga serie (il famoso “c’è spazio per tutti” di Bordoni, ricordate?) volte a rassicurare le ditte concessionarie che a nessuno verrà torto un cartello…
    Ma una parola di conforto per i cittadini mai, eh?

    RispondiElimina
  10. Ma vai a gagare di traverso su un cartello abusivo !!!!!! Il riordino ...ma quale riordino???? sono quintuplicati da quando c'e' questa Giunta !!!!!! ci sono le prove fotografiche e migliaia di denunce da parte dei cittadini di ogni fede politica...Ma chi credete di prendere per i fondelli....A casa, ladroni.

    RispondiElimina
  11. CASSONE : non dategli manco mezzo voto ovunque si presenti. Pure all'assemblea di condominio non deve essere eletto, lui e quelli che come lui raccontano balle alla gente.

    RispondiElimina
  12. Costuii riempì Roma di suoi manifesti abusivi, persino su cartelli stradali.
    Ancora parla?
    Come fa a ricoprire il ruolo che ha dopo quello che ha fatto?

    RispondiElimina