domenica 8 gennaio 2012

Continuano i botti. E purtroppo non c'era nessun ciclista



Al Comune lo sanno perfettamente, che ben presto altri morti si aggiungeranno alla striscia di sangue già ben tracciata. E' solo questione di tempo, di fortuna, di millimetri, ogni momento è quello buono.
Guardate questo incidente che spettacolo: si vedono ancora le strisce dei pneumatici e i tergicristalli rotti come riporta il blog Roma Ciclista che ha documentato quanto successo a Via Panama. Purtroppo durante il botto non passava nessun ciclista perché altrimenti sarebbe stata una fantastica occasione per far fare un passo successivo alla nostra battaglia che, non smuovendosi di un millimetro per percorsi normali, necessità non sappiamo ancora di quanti morti per andare avanti e consentire al settore di essere riformato e allineato con quello delle altre città europee.

2 commenti:

  1. Non capisco perché non sia transennato con i nastri della municipale e perché non siano intervenuti quelli della manutenzione a ripulire...Evidentemente l'incidentato è vilmente scappato per paura di dover pure pagare i danni (magari neanche lo sa che il cartellone in quella posizione non doveva starci)

    RispondiElimina
  2. a pochi metri di distanza a piazza ungheria ci sono cartelli orologio a ridosso della garritta dei vigili urbani che fanno finta di non vedere...Idem a viale parioli, comando dei vigili urbani circondato da una quindicina di cartelloni 4x3...compresi quello a ridosso del semaforo incrocio con viale della moschea..Ovviamente nessuno vede...Complici dell'abusivismo e del degrado. Ma la magistratura dove sta? Il Fatto Quotidiano dopo aver messo a nudo le spese della sorella del sindaco che dirige il catasto perchè non si occupa del fratellino?

    RispondiElimina