mercoledì 4 gennaio 2012

Dopo il Regno Unito, la Francia. Lo sputtanamento europeo sulla cartellopoli è completo



C'è tutto. L'illegalità. I 50mila "panneaux abusifs" (ma quali 50mila, ma la vogliamo smettere con sti 50mila quando sono 200mila e se va bene???). Le morti. Le strade storiche e iconiche della città sfregiate. Le 400 ditte romane contro le 4 di Parigi (quando ste cose due anni fa le diceva Cartellopoli era una apologia del monopolio, oggi che lo dice la tv statale francese è bibbia, eh?).

C'è anche purtroppo l'imbarazzo di gestire compagni di lotta di questo genere. Quando capitò a Cartellopoli di ottenere la possibilità di un importante passaggio televisivo nazionale la prima cosa che Cartellopoli fece fu coinvolgere l'altra realtà; non per carineria o per simpatia, ma semplicemente per far percepire al pubblico la presenza di un gruppo organico, composito. A parti inverse tale strategia è stato ritenuto opportuno non adottarla. Quanto ai misteriosi holebusters, ci venne chiesto alcune settimane fa, dal Tg3, di effettuare un servizio sul fenomeno. Come di consueto, senza creare stupide chiusure, coinvolgemmo subito Basta Cartelloni, ma proprio Roberto Crea, che si vede nel filmato murare gli orribili buchi su Via Cavour, dopo estenuanti trattative e triangolazioni tra noi e il Tg3, decise che non se ne doveva far nulla. Che era più opportuno non presentarsi in tv. E così si perse l'opportunità di un bel servizio sul Tg3 della sera, che non sarà internazionale come France2, ma che qualche impatto sulla politica italiana ancora ce lo ha.

Ma queste sono beghe interne al movimento -atteggiamenti sfiancanti, insostenibili e ingiustificabili che ci auguriamo vengano spazzati via con il 2011 e che fanno male, malissimo alla causa-, messe da parte loro, occorre solo gioire per il filmato. Un ennesimo colpo mi-ci-dia-le. Una bordata che avrebbe fatto dimettere anche il più potente e saldo assessore; che avrebbe fatto saltare sulla seggiola qualsiasi sindaco. Ma Bordelloni (il cognome sta virando verso "Cartelloni") che santi in paradiso ha per stare ancora lì? Chi deve intervenire, l'ONU?

12 commenti:

  1. Quando fa il 4 con la mano è stupendo!

    RispondiElimina
  2. non e` ancora completo........

    RispondiElimina
  3. Adesso bordoni che ci dirà, che è una macchinazione dei comunisti ?
    Complimenti agli holebusters che ci hanno messo la faccia, con l'aria che tira a roma meglio che si guardino dietro, d'ora in poi ....
    Marco1963

    RispondiElimina
  4. Grandissimi ! ora più che mai, a Bordò...
    LI MORTACCI TUA, DIMETTITI !!!!

    RispondiElimina
  5. Amico della Città5 gennaio 2012 00:20

    Se non erro gli holebusters sul video hanno colpito in via cavour. Mi fa piacere. Quegli impianti hanno una bella storia da raccontare

    RispondiElimina
  6. Certo non si capisce perché si comportano così eh!

    RispondiElimina
  7. VIVE LA FRANCE5 gennaio 2012 01:41

    Ehi ma almeno quando vi chiama la tv presentatevi tutti in forze uniti porco zio.

    RispondiElimina
  8. Ma se queste sono "beghe interne al movimento" ed "occorre solo gioire per il filmato" non credi che dedicare oltre la metà del post agli "atteggiamenti sfiancanti, insostenibili e ingiustificabili" degli imbarazzanti compagni di lotta faccia altrettanto "male, malissimo alla causa"? Lo dico solo per rifletterci sopra.
    Stefano

    RispondiElimina
  9. BORDONI = DIMISSIONI
    ALEMANNO IN MANO ALLE LOBBY CONFINANTI COL MALAFFARE.
    HANNO PAURE CHE QUALCHE "DITTA" GLI SPARI FORSE ??? LO DICANO AI MAGISTRATI SE E' QUESTO IL PROBLEMA.

    RispondiElimina
  10. ALEMANNO E BORDONI, CO STI CARTELLONI, CI AVETE ROTTO LI COJONI.

    RispondiElimina
  11. Ormai il neologismo BORDELLONI (per esteso il significato è più o meno :"i cartelli di Bordoni, che ha reso Roma un bordello") sta entrando nel vocabolario comune. E' un' ovvia conseguenza di quanto vissuto negli ultimi 3 anni.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  12. Aledanno e Bordelloni. Una bella accoppiata.

    RispondiElimina