martedì 17 gennaio 2012

Il Piano Regolatore ritorna il mittente


La Repubblica (edizione online) - Cartelloni pubblicitari bocciato il piano regolatore

Quello che i comitati hanno chiesto al sindaco è corretto, ma bisogna capire che anche stavolta il sindaco ha preso la palla al balzo per far ripartire l'iter del PRIP e rimandarlo in commissione. Questo, con ogni ragionevole probabilità, porterà il PRIP a NON essere approvato da questa consiliatura. Non ci sono proprio i tempi tecnici (e non c'è la volontà politica). Quel "il Prip non passerà mai", che più volte anche alcuni assessori ci hanno sibilato sottovoce, si sta ovviamente concretizzando.
Che dire. Lo approverà la prossima consiliatura, speriamo meno cartellon-lover di questa. E forse è un bene. O forse lo approverà il commissario. E forse è ancora meglio.

(Aggiornamenti qui. E tutti a commentare)

1 commento:

  1. Amico della Città22 gennaio 2012 11:38

    L'ordinanza del Sindaco ha sospeso ogni nuova autorizzazione su area privata e ogni spostamento, accorpamento ecc... fino all'approvazione del Prip. Al contempo, l'ordinanza è valida fino al 31 gennaio. E' verosimile che per quella data l'Assemblea Capitolina non lo approverà. E' visibile ai nostri occhi che nonostante il divieto, la città e il litorale romano ha visto il continuo proliferare di nuovi impianti. Mi chiedo? E' stata l'ennesima prova di forza, per dare un vantaggio di un mese ai cartellonari per occupare nella migliore delle ipotesi altre posizoni più appetibili?

    RispondiElimina