sabato 14 gennaio 2012

La natura si ribella allo schifo cartellonaro...



Le foto allegate mostrano un cartellone pubblicitario che, installato a ridosso del tronco di un albero, è allo stato attuale "spinto" in avanti dall'albero stesso che nel frattempo è cresciuto. Il cartellone potrebbe già ora rappresentare una situazione di pericolo per i pedoni che transitano lungo il marciapiede di via Portonaccio (angolo con Largo Preneste), a maggior ragione la situazione di potenziale pericolo aumenterà col tempo (in concomitanza con la crescita dell'albero, già ora completamente appoggiato al cartellone). Se dalla foto può non sembrare evidente, garantisco che sul posto si vede chiaramente l'effetto "spinta" che l'albero sta esercitando sull'impianto, con i pali deformati rispetto al naturale asse verticale. Sarebbe quanto meno urgente una verifica sulla stabilità dell'impianto, affinché quest'ultimo non rappresenti una condizione di pericolo per i numerosi cittadini che transitano e sostano proprio in quel punto per la presenza di un' immagine sacra con numerosi ex voto.

Gaio Epulone

1 commento: