venerdì 17 febbraio 2012

Per la serie blog che creano neologismi. Cosa aspetta la Crusca?

Interessante questa intervista riportata dal portale di opinione di Roma noiroma.it.
Soprattutto questo passo:

E da quale punto si inizia?
Da quello delle gaffe, inanellate una dopo l’altra. Non cose compromettenti o che hanno avuto ripercussioni gravi sulla città. Le dicevo l’albero di Natale, la statua del Papa, i continui rimpasti di giunta, la storiaccia di cartellopoli. O quella volta che disse di non sapere che il proprio caposcorta aveva una figlia salvo poi trovarsi immortalato in prima fila al matrimonio di lei. E potremmo continuare ad elencare piccole grandi figuracce per ore.

3 commenti:

  1. "Be’, anche Veltroni stava sempre in tivvù.

    Veltroni appariva per prendersi meriti non suoi, Alemanno si è fatto intervistare per giorni per dare le colpe ad altri. Una bella differenza.."


    e questo sarebbe il pensiero di uno dei 10 uomini più potenti di Roma? stamo messi bene...

    RispondiElimina
  2. Ma forse intendeva "parentopoli"?

    RispondiElimina
  3. Alemanno sta facendo pressioni per accreditarsi presso i salotti buoni e avere appoggi...Invece di accreditarsi presso i cittadini preferisce la borghesia, la nobiltà e i palazzinari. Usa come grimaldello anche la sorella che dirige l'agenzia del territorio cioè il famigerato catasto fabbrica tasse sulla casa. Quel catasto andato sui giornali per l'inchiesta del fatto quotidiano sulle spese folli di lady alemanno, un milione e mezzo di euro l'anno dati in sponsorizzazioni di eventi dove mostrarsi e farsi campagna elettorale per se stessa e per il fratello, fino alle famigerate uova di struzzo regalate a non si sa chi...Gioielli, argenterie, pranzi pagati con i soldi della Pubblica amministrazione.. Il senatore Di Pietro ha ieri chiesto l'immediata revoca del mandato alla signora alemanno per le spese folli alla faccia della crisi.... Questa la famiglia alemanno...bravi no?
    Luigi Lp

    RispondiElimina