domenica 4 marzo 2012

Cartellopoli come bancarellopoli‏

Viale delle Cave Ardeatine - I° Municipio
http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/03/03/news/la_direttrice_del_colosseo_attacca_sul_suk_all_esterno-30849435/?rss

Alla fine ci stanno arrivando tutti. I fenomeni sono collegati e si tratta, ne piu e ne meno, della Quinta Mafia, quella Romana, quella peggiore, quella che si è riuscita a divorare, facendo decine di miliardi di euro all'anno, non la povera Calabria o la provincia di Caserta, ma l'intera capitale d'Italia.
Le bancarelle, i camionbar e i cartelloni, alla stessa stregua, sono MAFIA. Sono anni che lo diciamo e stiamo subendo processi per questo, ora iniziano a capirlo tutti.

5 commenti:

  1. ma la direttrice, i soprintendenti, i giornalisti che si prendono la paternità di denunce che sui blog antidegrado vengono fatte almeno da 4 anni, dov'erano mentre noi suonavamo l'allarme?

    RispondiElimina
  2. E perchè, dove sono ora?? Roma sta PRECIPITANDO nel gorgo delle MAFIE. E in giunta non fanno nulla... E noi, intanto, assistiamo allo SCHIFO IMPERANTE e tanto, che ce frega, c'avemo la roma...

    CHE SCHIFO DI CITTA'.

    RispondiElimina
  3. Ricordo che, un anno fa, alcuni blog (tra cui anche Cartellopoli) scrissero a Della Valle e poi al Sindaco Alemanno proponendo di creare ai Fori Imperiali un sistema turistico integrato.

    RispondiElimina
  4. Questa giunta comunale non farà nulla. Si deve pensare al futuro sperando in un Sindaco degno di questa città.

    RispondiElimina
  5. E pensare che quando Alemanno era ministro dell'agricoltura, pur essendo all'opposto del suo credo politico, credevo che fosse una persona precisa e degna di qualche lode, come Giuseppe Pisanu, invece, che razza di persona si è rivelata... Bah, lo schifo è alle stelle

    RispondiElimina