mercoledì 28 marzo 2012

Piazza della Radio: fioriscono i cartelloni

Piazza della Radio, i cartelloni fioriscono...da notare, nella seconda foto, dietro cartellone kisskiss, uomo con maglietta rossa che fa pipì allegramente...
 
Altri 2 simpatici cartelloni (il primo di vecchia data, il secondo di pochi mesi)!
Altri 2 nuovi nati....
 Altri 2 "storici" di Piazza della Radio.
Ultime 4 foto le prime due con un nuovo obbrobrio targato ScreenCityADV e le altre dell'ultimo nato a Piazza della Radio (circa 1 settimana fa).
M.S.

12 commenti:

  1. Hai segnalato alle "autorità" come ci insegna Bosi? Faccelo sapere, se no lo faccio io. Oggi stesso invierò una quantità di segnalazioni nella zona, anche a cartellopoli. Lob

    RispondiElimina
  2. Grande Lob, Buon lavoro!

    Questi banditi sono PURA MAFIA, ma a differenza della Mafia godono praticamente "alla luce del sole" di coperture politiche.

    ROMA TORNI ALLA LEGALITA'!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. Le ho mandate a:
    sindaco@comune.roma.it, segnalazioniaffissioni@comune.roma.it, davide.bordoni@comune.roma.it, francesco.paciello@comune.roma.it, polmunicipaleseggssu@comune.roma.it

    non mi ha risposto nessuno...strano, eh?

    RispondiElimina
  4. Questo ci da la misura dell'enorme quantità dei nostri soldi che il comune regala alla mafia dei cartelloni e ai suoi referenti. Qualche tempo fa i cartelloni a piazza della radio imbocco via oderisi da Gubbio erano stati rimossi con i soldi nostri (il comune li ha rimossi). Semplicemente per vederne rispuntare di nuovi dal lato opposto della piazza. ORA BASTA, Quanto è vero Dio faro di tutto per mandare e far mandare a casa questa cricca di bastardi.

    Firmato da uno che, 4 anni fa, alle cazzate di alemanno ci ha creduto e ora se ne vergogna come un cane.

    RispondiElimina
  5. Ma il sindachetto non aveva detto che erano sospese le autorizzazioni a nuovi impianti? Non aveva detto che avrebbe rimosso tutti gli abusivi da piazzale della Radio e dintorni? Muahahahahahahahahahahahahahahaha
    Se uno non la prendere a ridere, gli verrebbe solo da piangere.

    O DA VOMITARE.

    RispondiElimina
  6. Non può esistere Legge fatta nell'interesse dei cittadini che possa favorire questa vergogna.
    Quindi questa rivoltante situazione romana è certamente da ricondurre al malaffare a tutti i livelli. Altrimenti non si spiegano dapprima gli abusi in questa quantità, poi la lassezza nei controlli e per ultimo la lentezza nel reprimere le violazioni.

    FUORI DALLE BALLE, MASCALZONI!

    RispondiElimina
  7. Sono aumentati pure a via portuense per portaportese.
    Quest'ultimo per loro è uno scempio da chiudere pero i cartelloni che ci mettono quelli sono belli!
    Stanno a fà veramente schifo tutti quanti!

    RispondiElimina
  8. Faccio presente a Marco delle ore 01,39 che il dott. Farncesco Paciello é stato rimosso dal suo incarico e che al suo posto come direttore del nuovo Dipartimento c'é ora il dott. Claudio Saccotelli (claudio.saccotelli@comune.roma.it).

    RispondiElimina
  9. Grazie Rodolfo, pensi che la mia email basti o bisogna inviare anche tutti i riferimenti che vedo in alcune vostre email?

    RispondiElimina
  10. Se per "riferimenti" intendi gli indirizzi, allora é opportuno che estendi la segnalazione anche a polmunicipaleseg15@comune.roma.it (perché il 15° Gruppo di Polizia Municipale é il primo soggetto competente a sanzionare gli impianti con il VAV) ed a cesare.tabacchiera@comune.roma.it (perché cura ad interim l'istruttoria tecnica ai fini della rimozione degli impianti).
    Se invece per "riferimenti" intendi i vizi di legittimità che presentano gli impianti, é sufficiente che descrivi le irregolarità (mancato rispetto della distanza di 25 metri tra un cartellone e l'altro, installazione su aree a verde in gestione al Servizio Giardini o a ridosso di un incrocio e/o di strisce pedonali ecc.) senza dover necessariamente citare la rispettiva normativa.

    RispondiElimina
  11. Grazie Rodolfo, mi segno tutto, sono ancora "novello" (l'indirizzo della pol. municipale sembra non essere più funzionante).

    RispondiElimina
  12. Mi fa piacere che ci siano degli osservatori attenti nel mio quartiere, anche io sto preparando un dossier per quelli di Piazza della Radio e i superstiti sullo spartitraffico di Viale Marconi.

    Notare che dopo la rimozione di tutti gli impianti tranne uno, quello Clear Channel, nello spartitraffico davanti a Oviesse, e di tutti quelli sul mini-spartitraffico ad angolo con Via Oderisi da Gubbio, sono comparsi nuovi cartelloni accanto ai giardinetti e davanti lo show-room Fiat.

    Quello che da poco ha riacquistato una facciata e cambiato targhetta, raddoppiandola (post su Basta Cartelloni, 24 dicembre 2011), poi quello Screen City, la plancia 2x2 senza "progressivo impianto", il CBS 3x2 (dello stesso tipo ne sono comparsi a decine in tutta Roma) e, per ultimo, il cartello 2x1 senza pannello pubblicitario, installato i primi di marzo (durante la moratoria delle installazioni/ricollocazioni).

    Il Piano Regolatore Impianti Pubblicitari, non ancora approvato, è stato comunque "adottato" a febbraio 2011 dal Comune di Roma.

    Sullo schema normativo di quel Piano, c'è scritto che NON si possono installare impianti privati nelle aree verdi e strade limitrofe all'interno della sottozona B3, ovvero...PIAZZA DELLA RADIO!

    RispondiElimina