giovedì 5 aprile 2012

Finalmente li hanno tolti e come al solito a spese dei cittadini

Più decoro e sicurezza nelle strade dell’Eur

05/04/12 - Questa mattina sono stati rimossi i cartelloni pubblicitari abusivi lungo Via Cristoforo Colombo, nel tratto compreso tra il Palalottomatica e Piazzale Venticinque Marzo.

L’operazione rientra in un piano di rimozione degli impianti illeciti e in contrasto con il codice della strada, che interesserà nei prossimi giorni tutto il quadrante, per un totale di 100 affissioni.
Il lavoro, sollecitato dal Municipio XII, è stato svolto dalla squadra operativa dell’Ufficio Decoro capitolino e dalla Polizia di Roma Capitale, in collaborazione con Acea, intervenuta sulla cartellonisitica provvista di impianto di illuminazione.
Il Presidente del Municipio XII, Pasquale Calzetta, presente sul posto, ha dichiarato che i cartelli rimossi si trovavano abusivamente lì da 25 anni e che l’operazione non solo ha effetti sul territorio in termini di decoro, ma anche di tutela della sicurezza dei cittadini. Gli impianti abusivi infatti sorgevano senza regolamentazione in punti pericolosi lungo una strada ad alto scorrimento.

http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW309135&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode 

*****************************

Tutto bello ci mancherebbe peccato che da questo comunicato stampa veniamo a sapere che la STUDIO ZETA PUBBLICITÀ S.R.L. (SOCIETÀ ANNULLATA CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE NUM.1999 DEL 12/07/2011) quando si tratta di reinstallare i suoi impianti abbattuti dopo incidenti stradali è attivissima (vedere qui), mentre quando si tratta di rimuovere i suoi impianti abusivi ci deve pensare la squadra operativa dell’Ufficio Decoro capitolino e dalla Polizia di Roma Capitale in collaborazione con Acea.
Come mai la ditta STUDIO ZETA PUBBLICITÀ S.R.L. non ha rimosso lei i suoi impianti?
Perchè queste rimozioni le devono pagare i cittadini?
Oltre al danno la beffa.

Aggiornamento del 6 aprile 2012: l'Ass.Bastacartelloni-Francesco Fiori commenta la notizia nel programma "Ditelo a Romauno".

5 commenti:

  1. Ora aspettiamo che vengano rimossi anche queli tra piazzale Marconi ed il laghetto, stessa ubicazione, stessa ditta.

    RispondiElimina
  2. M a che dice quel coione di calzetta (nomen omen).Che roma sia piena di impianti abusivi è vero,non so se e perche la ditta non pagasse gli oneri , ma quegli impianti stanno li dal 60, compaiono addirittura nei film di alberto sordi e sono tra i pochi a Roma con regolare licenza,quindi cerchiamo di non dire cazzate tanto per dire,poi mi piacerebbe sapere che ci mette li ora calzetta,e se ci mette delle belle fioriere secondo il vostro cervello la gente non fa piu incidenti,non le distrugge,andrà pianissimo perchè ci hanno messo le fioriere.ma per favore....

    RispondiElimina
  3. Piero datti una letta al codice della strada che è meglio.

    RispondiElimina
  4. La gente si schianta sui cartelloni perché ubriaca e drogata.
    A mio avviso in qualche incidente avranno anche fatto da spartitraffico, evitando che qualcuno della corsia opposta venisse travolto da qualche sballato.
    Quei cartelloni stanno lì da sempre e fornivano anche un minimo di illuminazione notturna.

    RispondiElimina
  5. Ma infatti è vero chi è sto coglione che si è inventato il Codice della Strada!
    Aboliamolo!
    Cartelloni al posto dei pali dell'illuminazione pubblica!

    RispondiElimina