lunedì 2 aprile 2012

La pubblica utilità a Roma

Questo il concetto di impianto pubblica utilità in questa città: un orologio pubblicitario inguardabile e un indicatore di parcheggio usato per affissioni politiche abusive.
Chi trova ancora utili queste lapidi colorate nel 2012 è bene che si faccia visitare. Ma da uno bravo...

4 commenti:

  1. Intanto, qualcuno parla:
    Incidenti stradali, il caso Roma
    "situazione catastrofica"

    http://www.repubblica.it/motori/sicurezza/2012/04/02/news/incidenti_stradali_il_caso_roma_situazione_catastrofica-32627345/?ref=HRLV-6

    RispondiElimina
  2. Chi le trova utili? Chi le ha installate e chi li appoggia in consiglio e giunta comunale, ecco chi le trova utili. I soldi che girano? Tanti, tanti e spesso, molto spesso, dietro c'è....

    RispondiElimina
  3. Anche il messaggio lanciato da SEL non va lasciato in secondo piano: "+ lotta all'evasione" combattuta a suon di manifesti senza timbro.

    RispondiElimina
  4. Non capite un CAZ... :) pensate alla utilità di vedere che ore sono in un punto, poi fare 7 passi e poter guardare un nuovo orologio e vedere quanti secondi abbiamo impiegato....poi attraversiamo la strada ed ecco un nuovo orologio per contare i secondi che abbiamo impiegato :))))))
    In via del corso vi sono SOLO 30 orologi....... per un buon servizio di pubblica utilità ce ne vorrebbero almeno 300 :))))
    Che santi uomini Alemanno-Bordoni-Cassone....pensano a tenere informati i pedone...dei benefattori della cittadinanza ahahahahahahahahahahahahahahah!!! Manusardi

    RispondiElimina