giovedì 7 giugno 2012

Ancora SCI-SPQR. Ne metteranno quattro per ogni via di Roma?

IMPIANTI 1 E 2
Settembre 2008 - Nessun impianto, ora in questi 15 metri ci sono due 1x1,40, un 1x1 ed un 4x3
******************************************************************************
IMPIANTO 3
Settembre 2008
******************************************************************************
IMPIANTO 4 
Settembre 2008
Ecco altri 4 impianti nuovi di zecca SCI-SPQR (qui e qui quelli di via Laurentina) presenti in posti dove fino a pochi giorni fa non c'era alcun cartellone.
Questi si trovano in Viale dell'Oceano Atlantico in direzione via Laurentina nel tratto compreso tra via Cesare Pavese e via Rhodesia (250 metri circa).

Si dovrebbe trattare di nuovi impianti realizzati a cura e spese della SCI in sostituzione dei vecchi a lei concessi in locazione, secondo il progetto tipo approvato dalla Giunta Capitolina con deliberazione n. 25/2010 (vedere sito del Comune a questa pagina), nel caso specifico sembra di mt. 1 x 1,40.

Quanto invece alla loro apparente nuova posizione in cui vengono installati, può spiegarsi come “spostamento” da posizioni precedenti forse in violazione di vincoli o delle norme inderogabili del Codice della Strada, oppure come “accorpamenti” di 2 o più impianti sempre SPQR di dimensioni inferiori (ad es. di mt. 1 x 1).

Se si trattasse veramente di “accorpamenti”, anche se danno l’impressione di un aumento del fenomeno della cartellopoli là dove si vengono ad “aggiungere” oggettivamente (perché prima non c’erano), di fatto però costituirebbero una oggettiva diminuzione di impianti sul territorio: ma si dovrebbe “dimostrare” l’accorpamento facendo vedere la loro avvenuta rimozione da dove prima risultavano installati in numero maggiore.

A questo punto chiediamo alla SCI, che sicuramente ci legge, se è disposta a fornirci la documentazione di questi accorpamenti.
Dove sono stati tolti per essere messi poi in queste nuove posizioni? Sono state fatte le opportune verifiche? E' stato rispettato il Codice della Strada ed il Regolamento comunale? Da chi sono stati autorizzati tali accorpamenti?

Attendiamo risposte.

4 commenti:

  1. Beh, è come chiedere a Provenzano "dacci i pizzini..."
    Tutti i soldi che avete guadagnato con sto schifo dei cartelloni non vi serviranno a niente in galera....

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, mi dispiace disilluderti, ma in Italia, in galera, non ci finisce proprio nessuno, manco per sbaglio, figurati 'sta losca combriccola.
    E' questa la grande tragedia che ci sommerge.

    RispondiElimina
  3. (... Attendiamo risposte) seeeee aspetta e spera.

    Forza che manca non tantissimo a lle prossime elezioni che spazzeranno via questa marmaglia. Una città nell'anarchia (ven remunerata...)

    RispondiElimina
  4. IN GALERA CHI DANNEGGIA LA COLLETTIVITA'!

    IN GALERA!!

    RispondiElimina