mercoledì 11 luglio 2012

Di cosa sono capaci questi bastardi cartellonari?

Dal blog del "Comitato di quartiere Serpentara" apprendiamo che sono capaci di segare di netto alle tre di notte due alberi per far vedere meglio i cartelloni. Di seguito le foto:
Questi cartelloni erano stati segnalati da VAS alle ore 8,40 del 4 giugno 2010 con allegata foto:
In data 17 febbraio 2011 dai Vigili del IV Gruppo del Corpo di Polizia Municipale si è venuto a sapere che non sono stati sanzionati, perché è risultato che diversi di essi erano stati regolarmente autorizzati prima che entrasse in vigore il divieto di installazione nei parchi pubblici: sono stati quindi segnalati al Servizio Giardini per sapere quali di essi abbiano diritto ad una “ricollocazione”. Il procedimento è ancora in corso a causa della inerzia del Servizio Giardini.
Più che inerzia si chiama "voglia di non fare un cazzo" e questo è il risultato.
Ed è inutile che l'assessore Marco Visconti annunci pugno duro contro chi ha abbattuto i bei tigli di 15 anni. Perché i provvedimenti si prendono a monte, non a valle. Se lasci dei cartelloni pubblicitari gestiti dalla mafia in un giardino (in un giardinooo!!!), se lasci i camorristi impossessarsi della città, se siedi in giunta con gli amici di questi camorristi, ma allora come ti puoi sorprendere per un alberello? E' come avere a che fare con Bernardo Provenzano, sapere alla perfezione che ha ucciso o fatto uccidere centinaia di persone e poi denunziarlo perché ha attaccato un chewingum usato sotto ad un tavolo. E andiamo no, cazzo!
Ma cosa è che fa stare una persona per bene, uno di quelli che potrebbe suonare la sveglia, come Marco Visconti in questa giunta di fuorilegge, di furfanti, di banditi, di lacché? Per affondare nella merda con questa gentaglia che potrà essere salvata dalla melma solo per essere sbattuta in prigione un giorno che qualche ulteriore governo tecnico deciderà di far funzionare Piazzale Clodio? Se Visconti vuole davvero "farla pagare" come dice in questo articolo di Repubblica ai responsabili, in primis cancelli tutti i cartelloni presenti in parchi, aiuole, aree verdi: è pieno ed è categoricamente vietato.

E quanto a noi, in una città normale, in un paese normale, della gente normale si sarebbe data appuntamento, stasera, per dar fuoco, per carbonizzare tutti questi impianti pubblicitari abusivi e 'ndranghetisti. Quanto vogliamo subire ancora? Arriverà il giorno in cui ci chiederanno di non uscire dal portone di casa perché davanti devono piantarci un palo... Vi sembra impossibile? Beh vi sarebbe sembrato impossibile anche vedere strade come Viale Mazzini o Viale Trieste cambiare completamente faccia, no? E invece...

Rassegna stampa online:
roma.repubblica.it - Serpentara, tagliati due alberi Erano davanti a un cartellone
roma.corriere.it - Alberi abbattuti per vedere la pubblicità l'ultimo sfregio dei «cartellonari»
romatoday.it - Serpentara, De Luca: "Esposto contro l'abbattimento degli alberi"
montesacro.romatoday.it - Via Tina Pica: alberi abbattuti perchè coprivano i cartelloni pubblicitari?
romacapitalenews.com - Serpentara, tagliati alberi perche’ oscuravano cartelloni – Foto

14 commenti:

  1. ADESSO BASTA DAVVERO!11 luglio 2012 22:42

    Il delirio di onnipotenza mafiosa dei cartellonari va fermato con tutti i mezzi a disposizione.
    Gli abitanti hanno segnalato il numero di targa del mezzo con cui queste merde sono scappate.
    Devono pagare per i reati commessi e la società deve essere RADIATA.
    PAZZI, CRIMINALI, MAFIOSI, INFAMI.

    RispondiElimina
  2. E' ORA DI SCENDERE IN STRADA A DISTRUGGERE/IMBRATTARE/RENDERE INSERVIBILI QUESTE MERDE DI CARTELLONI.

    HANNO DICHIARATO GUERRA A ROMA E GUERRA SIA CONTRO QUESTI BASTARDI MAFIOSI.

    RispondiElimina
  3. Roma è nella più completa anarchia e questa ridicola, inqualificabile giunta è incommentabile. Qui ci augura che la magistratura si svegli e cominci sul serio a indagare SU QUESTO DEGRADO E MALAFFARE INFINITO, su come mai si continua ad autorizzare l'installazione di cartelloni pubblicitari, sul perchè "ditte" continuino a "lavorare" nonostante ripetute sanzioni, sul perché non ci sono rimozioni, oscuramenti ma tanta, tanta inerzia...

    La gente onesta, che paga le tasse, non ne può più di vivere in una città amministrata malissimo, con molteplici sospetti di connivenze, dove la sicurezza stradale è un terno a lotto, dove lo standard di vita in mezzo a tanto degrado è a livelli africani. BASTA, che questa giunta se ne vada e si eleggano amministratori degni di questo nome!!!

    RispondiElimina
  4. Vigliacchi! Non riesco a dire altro!

    RispondiElimina
  5. A questi andrebbe segata la testa, tanto contiene solo un cervello malato.

    RispondiElimina
  6. organizziamoci e andiamo ad abbattere i cartelloni tutti, vediamo che succede...

    RispondiElimina
  7. ANDIAMO AD ABBATTERE TUTTI I CARTELLONI
    BASTA ANDATE A VEDERE SUL VIADOTTO MAGLIANA LUNGO IL PERCORSO CICLABILE DOVE PRIMA C'ERA IL CAMPO ROM: HANNO MESSO UNO STRISCIONE PUBBLICITARIO LUNGO 20 MT CHE PER RENDERLO VISIBILE DAL VIADOTTO HANNO TAGLIATO ALTRI ALBERI.
    ORMAI è PRASSI.
    MA CHE STIAMO A FARE FACCIAMO COME A PARMA ANDIAMO TUTTI AL CAMPIDOGLIO A FAR DIMETTERE QUESTA GIUNTA, MA CHE STANNO A FARE, NON SI VEDONO NON SI SENTONO, CIALTRONI!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Rivolta romana12 luglio 2012 12:32

    Cari Anonimi
    la vostra rabbia e indignazione è anche la mia,
    ma per abbattere un cartellone 4x3 ci vogliono le gru e altre attrezzature di cui purtroppo nessuno di noi dispone.
    Nel frattempo però si possono fare azioni civiche di contestazione.
    Qualcuno sta organizzando qualcosa..siate pronti!

    RispondiElimina
  9. VIA SUBITO I CARTELLONI DALLE AREE VERDI IN CONSEGNA AL SERVIZIO GIARDINI: lo dice l'art. 18 del Regolamento Affissioni, lo dice il buon senso. Via pure i cartelloni dagli spartitraffico alberati (Viale dei Colli Portuensi, Via Ramazzini, Viale Marconi, Via Calzecchi Onesti, etc. etc.) e dalle vie di confine dei giardini e parchi pubblici, come sta scritto sulla bozza di Piano Regolatore che NON APPROVERETE MAI SENZA GLI EMENDAMENTI DELLE ASSOCIAZIONI E COMITATI CHE LOTTANO CONTRO IL GRANDE SCEMPIO.

    Mai visto cartelloni dentro i giardini a Parigi, Madrid, Berlino, Londra, New York? NO, SOLO A ROMA QUESTO SCHIFO PERMESSO DA REGOLAMENTI AGGIRATI, NON APPLICATI O NON FATTI RISPETTARE DA COLORO CHE INVECE DOVREBBERO SANZIONARE LE IRREGOLARITA' (POLIZIA LOCALE, NUCLEO GSSU, DIPARTIMENTO AFFISSIONI).

    E intanto continuano ad installare decine di 1x1 e 2x2 sui marciapiedi che li rendono impercorribili, VERGOGNA!

    RispondiElimina
  10. Resistenza alla Mafia dei cartelloni12 luglio 2012 16:28

    A tutti i lettori di Cartellopoli:

    tra pochi giorni ci sarà una manifestazione sull'aiuola di Via Tina Pica.
    Si stanno organizzando le cose in grande.
    Cercate di esserci tutti.
    Avviseremo per tempo.

    RispondiElimina
  11. ORA DI DIRE BASTA A QUESTI BANDITI MERDOSI!

    AVETE DISTRUTTO ROMA, PEZZI DI MMMMERDA.

    RispondiElimina
  12. Sono un abitante di via Tina Pica,
    voglio comunicarvi che gli alberi tagliati negli ultimi giorni nelle aiuole di via Titina de Filippo non sono solo i due tigli di cui parla il vostro articolo e nemmeno 5 o 6 come riportano altri, ma sono almeno DIECI ALBERI (DIECI ALBERI TAGLIATI!!!)nel raggio di cento metri.
    Ho potuto verificare stamattina che sono stati segati anche altri due tigli nell’aiuola più piccola di fronte all’ingresso dei “magazzini risparmio casa”, due altri alberi meno pregiati nella seconda aiuola triangolare verso via Cesare Badiali, oltre a tre alberi della famiglia “ficus” lungo il marciapiede che costeggia via Enrico Viarisio poco più avanti della fermata dell’autobus. Questi ultimi si notano meno perché il lavoro è stato fatto “di fino”, vale a dire che sono stati segati davvero al livello del terreno ed i rami tagliati sono stati gettati nelle sterpaglie.
    Inutile dire che tutti si trovavano davanti a dei cartelloni pubblicitari.

    RispondiElimina
  13. Daniele se vedi il nostro post di oggi noi ne abbiamo contati 8.
    Ti ritrovi nel conteggio fatto sulla foto aerea?

    RispondiElimina
  14. Maledetti bastardi! In galera devono andare, ovviamente prima di aver piantumato la zona che hanno devastato. Sono pronta per la manifestazione!

    RispondiElimina