giovedì 2 agosto 2012

Cartelloni contro alberi: Athos De Luca sega un cartellone

Foto Massimo L.

Comunicato Stampa inviato da Ufficio stampa Athos De Luca 31/07/2012

COMUNICATO STAMPA
Nuova iniziativa in difesa dell'ambiente.
Segato cartellone pubblicitario

Nell’ambito della campagna in difesa degli alberi, continuamente danneggiati dai cartelloni, oggi in Via della Circonvallazione Gianicolense (civico 130), il Vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca, insieme all’Associazione “Respiro verde legalberi” e con l’ausilio di numerosi cittadini, armato di frullino, ha segato un cartellone abusivo che minacciava la vita di un albero. Difatti la pianta, era stata capitozzata, per dare maggiore visibilità al cartellone pubblicitario, una prassi messa in atto, dai proprietari dei cartelloni, in molti punti della città, come ad esempio in Via Tina Pica dove sono stati tagliati 8 alberi per fare spazio ad alcuni cartelloni. In quell’occasione, in risposta all’atto di barbarie e arroganza dei pubblicitari, De Luca e il Comitato di quartiere Serpentara, ripiantarono alcuni alberi in sostituzione di quelli tagliati.

“Quella di oggi – dichiara De Luca - è stata una decisa risposta ad un atto di inciviltà nei confronti dell’ambiente e che ha messo in mostra ancora una volta, come l’arroganza di alcune ditte pubblicitarie, vista l’inerzia dell’amministrazione, la fa da padrona.”

17 commenti:

  1. Hanno fatto bene. Questi sono bulli, capiscono solo questo linguaggio? Bene, devono capire che ormai siamo stanchi. Ma per ogni albero abbattuto, devono essere dieci i cartelloni segati, non uno.

    RispondiElimina
  2. Questa la pagina su Facebook dell'azienda

    https://www.facebook.com/dase.it?sk=wall

    E questo il sito

    http://www.dase.it/

    RispondiElimina
  3. E pensare che un anno fa avevamo denunciato al X dipartimento l'episodio grave....ci fu risposto che avevano le mani legate!!! A distanza di un anno per salvare l'albero già capitozzato (e al quale venivano addirittura spezzati i nuovi rami...)abbiamo deciso di intervenire!

    RispondiElimina
  4. Rivolta Romana2 agosto 2012 14:11

    anonimo delle 8.57
    speriamo che qualcuno degli altri 9 lo abbatterai TU.

    Noi non abbiamo le mani legate.

    Cartellonari infami, pensate che andremo in vacanza?

    Come vi sbagliate..

    RispondiElimina
  5. Mi domando se un comune cittadino non ammanicato possa abbattere a suo piacimento cartelloni abusivi o se rischia di incorrere in qualche denuncia/sanzione...

    RispondiElimina
  6. Rivolta Romana2 agosto 2012 16:46

    un non comune cittadino ancora degno di tale appellativo fa le sue scelte.

    Di fronte al massacro del paesaggio urbano permesso da un'amministrazione complice fino al midollo si prende le sue responsabilità e ovviamente sa bene che può andare incontro a denunce penali.

    In uno stato di diritto non bisognerebbe certo arrivare a tali gesti estremi ma come sa l'anonimo delle 14.40 a Roma, diventata ormai il Far West dei prepotenti e dei fuorilegge, si dice che "quanno ce vò ce vò"

    RispondiElimina
  7. Quindi l'azienda cartellonara non è denunciabile penalmente neanche se inizia a piantumare negli androni condominiali mentre un privato cittadino sì, per estirpazione?
    Tenete d'occhio il ciliegio, non vorrei che lo segassero per rivalsa!

    RispondiElimina
  8. QUANDO UN CARTELLONE E' PIANTUMATO IN VIOLAZIONE DI TUTTE LE REGOLE UMANE E TRASCENDENTALI IL CITTADINO CHE LO ABBATTE (sostituendosi alla ..."latitanza" delle istituzioni)NON RISCHIA ASSOLUTAMENTE NULLA.

    RispondiElimina
  9. Questa notte l'alberello è stato definitivamente massacrato da qualche pezzo di merda mafioso e vigliacco.

    Ma ci sono le telecamere della banca.

    Lo stronzo bastardo dorma preoccupato...

    RispondiElimina
  10. questi codardi spero falliscano, l'atto denunciato da pasquino rileva la pesantissima situazione che vede la nostra città dominata sempre più dalla malavita.
    Ringraziamo per questo tutti quelli che tifano per il caos, così votando questi fascisti e mafiosi che gli garantiscono impunità, possono avere le mani libere per vandalizzare il nostro territorio. Siamo abbandonati dalle istituzioni ma siamo tanti, riprendiamoci Roma!
    Marco

    RispondiElimina
  11. Caro Marco
    garantiamo a te e a tutti i lettori di Cartellopoli che questa storia non finisce qui (così come alla Serpentara).
    Per prima cosa verrà sporta denuncia contro ignoti dopodichè si cercherà di individuare l'autore o gli autori del gesto e ti dico che ci sono delle possibilità e a quel punto saranno veramente cazzi loro.
    Questa gentaglia becera e prepotente pensa di poter distruggere alberi e marciapiedi per piazzare i loro cartelloni di merda; lo pensa anche perchè non sempre c'è una veemente risposta popolare come alla Serpentara, non tutti si accorgono degli incredibili abusi che compiono questi infami.
    Stiamo pensando a una serie di risposte adeguate di cui vi informeremo.
    Nel frattempo ci giungono confortanti notizie dalla Resistenza...

    RispondiElimina
  12. Bravi, non avete neanche il coraggio di pubblicare i commenti contrari! Siete abituati alla violenza ed alla sopraffazione di chi non pensa come voi; e poi parlate di ambiente ed accusate gli altri di avere atteggiamenti arroganti e fascisti..... ma fatemi il piacere!

    RispondiElimina
  13. Sbrigatevi a fare la denuncia, che le registrazioni delle telecamere vengono cancellate per legge ogni tot ore.

    RispondiElimina
  14. Anonimo del 04 agosto 2012 19:18 che dice "Bravi, non avete neanche il coraggio di pubblicare i commenti contrari!" sappi che qui non è stato cancellato nessun commento.
    Se ti perdi i commenti per strada non prendertela con noi.

    RispondiElimina
  15. Complimenti a tutte le pecore che,attraverso una tastiera si complimentano con chi va contro la democrazia e manifestano la loro rabbia dovuta alla frustrazione continua che subiscono...senza neanche chiedere di chi e' la colpa,senza cercare chi da i permessi,etc...non faccio l'avvocato del diavolo,ma cercate di tagliare le gambe di chi autorizza,rende legale tutto,prende soldi per mandare avanti tutto come gli pare,come DA ANNI capita da queste parti...E' facile trovare un bersaglio,e' dura combattere contro i veri responsabili.Se siete dei conigli,continuate cosi'.Da vigliacchi...Da anonimi...

    RispondiElimina
  16. Athos,chi fa una cosa del genere,NON la fa davanti alla telecamera per andare alla diretta delle 14:00...Ipocrita,anche tu fai parte del sistema,ma per pochi voti in piu',tutti siamo disposti a tutto,no?

    RispondiElimina