mercoledì 5 settembre 2012

Bosi segnala: Impianti pubblicitari nel PVQ Torrino Stardust Village

Segnalazione inviata il 1 settembre 2012 a: seg12.polizialocale@comune.roma.it, segnalazioniaffissioni@comune.roma.it, davide.bordoni@comune.roma.it, assessorato.ambiente@comune.roma.it, cesare.tabacchiera@comune.roma.it, picsdecoro@libero.it, antonio.dimaggio@comune.roma.it, claudio.saccotelli@comune.roma.it
     
In data 30 agosto 2012 é pervenuta a questa associazione una segnalazione corredata da 27 foto, che sono state ordinate ed integrate nell’allegato alla presente con foto tratte da Google Maps.

La segnalazione riguarda una serie di impianti pubblicitari installati all’interno del Punto Verde Qualità Torrino Stardust Village, con ingresso principale da via di Decima n. 72, di cui viene messa in dubbio la legittimità, specie di quelli senza targhetta con numero di codice identificativo registrato nella Nuova Banca Dati del Servizio Affissioni.

Come attesta anche la foto di un cartello informativo del Comune, il Punto Verde Qualità é e rimane un parco pubblico concesso in gestione a soggetti privati che in cambio hanno ottenuto di realizzarvi al suo interno un cinema multisala (con ben 11 sale), dotato di ristorante, bar, pizzeria, ludoteca e parcheggio riservato.

Quanto meno per gli impianti pubblicitari installati nel parco pubblico, attrezzato con laghetto, area giochi ed area cani, dovrebbe valere la lettera h) del 1° comma dell’art. 18 del vigente Regolamento approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 37/2009, ai sensi della quale é prescritto il divieto di collocare impianti pubblicitari all’interno di "aree in consegna al Servizio Giardini già attrezzate a verde", anche se date in gestione a soggetti privati.

Quand’anche non si ritenesse applicabile la suddetta disposizione, non giudicando l’area in questione in consegna al servizio Giardini, quantunque già attrezzata a verde, può e deve ad ogni modo valere quanto dispone la precedente lettera c) dello stesso 1° comma dell’art. 18, ai sensi del quale é vietato collocare impianti pubblicitari all’interno di "parchi pubblici e ville storiche nonché le vie che delimitano il perimetro di queste, ad eccezione degli impianti e dei mezzi di informazione di proprietà del Comune".

Ma lo stesso comma precisa che "in deroga alle disposizioni del presente Regolamento e previa adozione di uno specifico Piano Particolareggiato ovvero redazione di un progetto specifico, possono essere conclusi anche accordi su proposta di terzi, in Conferenza di Servizi con il Dipartimento X, per la sistemazione e la manutenzione gratuita di aree a verde pubblico, aventi come corrispettivo l’installazione di mezzi pubblicitari nell’area interessata limitrofa, con esclusione delle ville storiche e delle zone tutelate".

Il Punto Verde Qualità Torrino Stardust Village é regolato da una apposita Convenzione tra Comune di Roma concedente ed impresa privata concessionaria, dove secondo la segnalazione non ci sono articoli che trattino l'argomento "impianti pubblicitari": si chiede ad ogni modo all’Assessorato all’Ambiente, da cui dipende il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde, di far sapere se ci siano degli atti sottoscritti di Convenzione o altro che consentano ed in che forme e modi l’installazione di impianti pubblicitari all’interno dell’area verde.

Si chiede in conclusione di voler accertare la regolarità di tutti gli impianti pubblicitari documentati nell’allegato alla presente, provvedendo alla loro immediata rimozione in caso di constatata violazione della loro posizione o comunque di accertata mancanza di un numero di codice identificativo.

Si resta in attesa di un cortese riscontro scritto, che anche se per via telematica si richiede ai sensi degli articoli 2, 3 e 9 della legge n. 241/1990.

Distinti saluti.

Dott. Arch. Rodolfo Bosi
- Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) –


Impianti pubblicitari nel PVQ Torrino Stardust Village.pdf

1 commento:

  1. Grande Bosi ma, ahimè, è una goccia nell'oceano...ci vuole molto per mandare una email/lettera/fax precisa come la sua, mesi se non anni affinchè si degnino di rispondere e, forse, facciano qualcosa...e nel frattempo, ogni giorno, senza vegogna, Roma è massacrata...purtroppo, con dolore, mi rendo conto che è una battaglia impari...ahimè...ahinoi!

    RispondiElimina