venerdì 14 settembre 2012

I padroni di Roma della P.E.S.

Nonostante innumerevoli precedenti continuano senza alcun problema ad utilizzare due facciate e quindi a formare un 8x3 per un'unica esposizione pubblicitaria (ci sarebbe poi la distanza minima tra cartelloni ma quella purtroppo è un'altra storia).
Non c'è niente da fare è più forte di loro e poi hanno dalla loro la totale certezza dell'impunità. Come altro spiegare un comportamento così reiterato?
Guardando poi la foto dell'ottobre 2011 viene anche da pensare che li hanno messi apposta così considerando che in passato erano staccati.
Siamo in via delle Idrovore della Magliana (XV° Municipio) con foto scattate dall'autostrada A91 Roma - Fiumicino.
Vale la pena quindi ricordare anche il comma 7 dell'Art.23 del Codice della Strada - Pubblicità sulle strade e sui veicoli:

- È vietata qualsiasi forma di pubblicità lungo e in vista degli itinerari internazionali, delle autostrade e delle strade extraurbane principali e relativi accessi. Su dette strade è consentita la pubblicità nelle aree di servizio o di parcheggio solo se autorizzata dall'ente proprietario e sempre che non sia visibile dalle stesse. Sono consentiti i cartelli indicanti servizi o indicazioni agli utenti purché autorizzati dall'ente proprietario delle strade. 

3 commenti:

  1. Oh, ragassi, ma non siam mica qui a pettinare le bambole!
    Io l'ho segnalati due volte tutti quei cartelloni un anno fa all' ANAS, che gestisce l'autostrada in questione.
    Candidamente ed illeggittimamente, hanno risposto che se ne deve occupare il Comune....

    ANSA e Comune = infiltrazioni

    RispondiElimina
  2. Via della Magliana, dall'immissione dell'Autostrada, è l'emblema perfetto di come è ridotta oggi Roma! UN VOMITO DA BRIVIDO

    RispondiElimina
  3. sono d'accordo.Avevo piu' volte segnalato, un paio di anni fa,con foto documentate e circostanziate al x municipio presso i vv.uu.,
    alcuni cartelloni sulla togliatti.Mi dissero che avrebbero provveduto.
    Avete visto qualcosa voi?
    Sono aumentati come gli sfasio che popolano la Subaugusta che rendono
    quasi invivibile il quartiere!!!

    RispondiElimina