giovedì 6 settembre 2012

Si continuano a piantare cartelloni sulle radici dei pini di via Laurentina

Qui il caso precedente.

P.S. il cartellone, al contrario di quanto dice l'etichetta, si trova a circa 100 metri da via delle Montagne Rocciose. Ma queste sono quisquilie...

7 commenti:

  1. Tutti i cartelloni comparsi sui marciapiedi di via laurentina non sono altro che quelli che erano posti sullo spartitraffico centrale che sono stati spostati per non violare le norme sugli spartitraffico andando però quasi sempre a violare quelle "meno severe" (per il comune di Roma ovviamente) relative a marciapiedi, spazi verdi, ecc. ecc. ). Ora con tutti queste new entry i marciapiedi, già "abitati" da decine di impianti preesistenti sono diventati una fila unica di impianti su ambo i lati......in attesa che le ditte tornino ad occupare lo spartitraffico centrale appena si saranno un pochino calmate le acque, ovviamente non ricollocandoci gli impianti spostati sui marciapiedi, ma collocandone di nuovi e quindi raddoppiando gli impianti!!!
    Viale Marconi docet: ormai lo spartitraffico centrale sta ripopolandosi a vista d'occhio, anzi ormai il "ripopolamento" avviene alla luce del sole: ieri alle 13 a piazza Righi/Viale Marconi una ditta stava lavorando al collocamento di un nuovo impianto circa 2x1 ........ purtroppo sono stato impossibilitato a fare delle foto, ma penso che ormai l'impianto possa essere ammirato in tutta la sua pericolosità andando sul luogo......Sempre buoni cartelloni a tutti da Manusardi

    RispondiElimina
  2. Anche a Via Marmorata di fronte ad un nuovo COMPRO ORO è stato piantumato il relativo cartwello 1 x 1 sulle radici di un albero che- per sua disgrazia- si trova esattamente di fronte alla vetrina di questa sicuramente serissima ed onestissima attività "commerciale"!

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  3. Verissimo, lo spartitraffico centrale di viale Marconi si sta riempiendo a vista d'occhio (sia prima che dopo ponte Marconi) ma anche i marciapiedi prima del ponte(verso la Colombo) stanno subendo la stessa sorte: vicino al fioraio, poco dopo la fermata metro Marconi, la cara SCI/SPQR ne ha addirittura messi 3 in 30 metri.....assurdo!!! E i vigili? Staranno redigendo verbali su verbali...ahahahahha!

    RispondiElimina
  4. PAESE DI BUFFONI COI SONAGLI

    ALEMANNO, ERA MEJO PE' TE E PE' LI ROMANI SE LA TELEFONATA DEL NANO FOSSE STATA VERA!

    BORDONI, MANCO IN VIETNAM TE VOREBBERO

    RispondiElimina
  5. Leggo sconfortato i vostri commenti disperati ed inutili.
    L'unica soluzione sarebbe DANNEGGIARE IRRIMEDIABILMENTE O MEGLIO ABBATTERE IL PIU' ALTO NUMERO POSSIBILE DI QUESTA INQUALIFICABILE FERRAGLIA indegna di un paese europeo.
    Ma bisogna prendere atto che a parte qualche coraggioso che lavora di bomboletta o sporadici lanci di vernice TUTTI non sanno fare altro che ripetere le stesse litanie tristi sui due blog da anni.
    Il restante 99% assiste basito all'invasione di cartelloni, ambulanti abusivi, clandestini alcoolizzati e monnezza.
    Io penso che i cartellonari hanno stravinto nonostante il coraggioso impegno dei blog antidegrado.
    Dovrebbe morire schiantato su un cartellone il figlio di un noto politico per far cambiare qualcosa..ma non ne sono così certo.
    Non ho mai visto una lobby così tracotante e certa dell'impunità in tutta la storia criminale italica come quella dei cartellonari romani.
    Il silenzio assordante della Magistratura, nonostante morti e feriti è molto eloquente.
    Mettetevi il cuore in pace.
    Non c'è niente da fare, almeno legalmente.

    RispondiElimina
  6. Cmq LA RESISTENZA CRESCE...

    RispondiElimina
  7. La Resistenza cresce?
    Io non me ne sono accorto, purtroppo.
    Vedo solamente la crescita infinita come una metastasi cancerosa, folle,inconcepibile e quasi tragicomica di migliaia di impianti brutti, invadenti e pericolosi per la circolazione e i cittadini.
    Purtroppo, e me ne dolgo sinceramente, mi sembra che i cartellonari e i loro amici Bordoni e Cassone abbiano stravinto per sfinimento.
    Ho letto sui due blog che neanche le denunce penali hanno sortito gli effetti sperati.
    Addirittura ho letto che gli ASSASSINI della PES hanno fatto ricorso per la sacrosanta e molto tardiva rimozione dei loro cartelloni-killer.
    Addirittura questi luridi banditi sono arrivati a tagliare gli alberi che oscuravano i loro magnifici catafalchi di merda.
    Ma sta Resistenza dove sta?
    Forse si saranno stancati dell'ignavia e dell'inconcludenza di molti sedicenti anticartellonari.

    RispondiElimina