giovedì 29 novembre 2012

Arrivederci dalla Capitale dei compro oro


Percorrendo via dell'Acqua Fredda e, lasciando l'area della municipalità di Roma per entrare nella gestione ANAS, l'ultimissimo addio di Roma non è un "Arrivederci" multilingue oppure un "A presto dalla Capitale della Cultura" ma un cartellone di dimensione 4x3 con un bel "Compro Argento" a caratteri cubitali.
Tanto per capire di cosa siamo veramente la capitale.

Malaroma - http://malaroma.blogspot.it

p.s. tutta via dell'Acqua Fredda meriterebbe un reportage per come è stata cartellonata sino a rendere impossibile vedere cosa c'è oltre.

3 commenti:

  1. ^^^^ TUTTA ROMA E' STATA RIDOTTA COSI'... E NESSUNO PAGA!

    RispondiElimina
  2. TUTTI I CARTELLONI PIANTATI SU VIA DELL'ACQUAFREDDA SONO COMPLETAMENTE ILLEGALI PERCHE' LA STRADA RIENTRA NELLA "RISERVA NATURALE DI ACQUAFREDDA".
    Dovrebbero essere tolti tutti e sarebbe possibile. Pungolato dalle associazioni, dai blog e dal comitato di quartiere Serpentara l'assessore Visconti si è rivolto al Biondino vero Sindaco di Roma e tutta la ferraglia di Via Tina Pica- Titina de Filippo è stata tolta.
    State pronti perchè stiamo organizzando una festa per ripiantare tutti gli alberi alla faccia dei criminali cartellonari di merda che li tagliarono a luglio.

    RispondiElimina
  3. Uno scandalo infinito. Un'amministrazione da cacciare via.

    RispondiElimina