giovedì 1 novembre 2012

Il gabbiotto dei vigili a piazzale Enrico Dunant

Questa foto si commenta da sola: il gabbiotto dei vigili urbani è circondato, letteralmente, da cartelloni, presumibilmente abusivi.
Sarei curioso di sapere se i suddetti cartelloni e gli altri che infestano la piazza (quasi tutti installati sull'area verde e che a breve vi documenterò) siano stati segnalati dai solerti vigili urbani.
Purtroppo temo di conoscere la risposta/le risposte.
A) Noi non siamo tenuti a segnalarli
B) Non è compito nostro
C) Abusivi, ma no, sono tutti legali, ne siamo certi
D) Cartelloni? Quali cartelloni?

A voi l'amara scelta

Saluti
Marco S.

9 commenti:

  1. DISARMANTE. SENZA PAROLE. SENZA SPERANZA.

    Per i Dirigenti dei VVUU competenti in materia "so' tutti regolari, ahho!"

    RispondiElimina
  2. Ho avuto un'amabile conversazione l'altro giorno con la coppia di vigili che occupava il gabbiotto. Alla prima domanda: secondo voi, sono normali tutti questi cartelloni che oltretutto vi impediscono la visuale dell'incrocio dal gabbiotto?
    Risposta: ce lo chiede da cittadini o da vigili?
    Da cittadini, secondo noi sono troppi, da vigili, il dirigente ci ha riferito che sono tutti regolari. Vede? C'è il codice!
    Ah si? Lei ha fatto segnalazioni in merito? Beh, le facciamo anche noi, ma non ci ascoltano. Ci sono solo quattro persone che lavorano alle rimozioni al Dipartimento Attività Economiche, due la mattina, due il pomeriggio. Lei puo' comunque accedere agli atti per sapere perchè non sono stati rimossi.

    Eh certo, dico io. Mi pagano per passare le giornate a fare il lavoro di voialtri, non lo sapete? E il codice della strada vale solo per i conducenti che commettono qualche infrazione, e chissenefrega se poi ci sono ditte spregiudicate che rendono impunemnete insicure le strade....

    Disarmante, scandaloso, frustrante. L'intero corpo dei vigili VA riformato.
    Lob

    RispondiElimina
  3. Ma SOPPRATTUTTO, IL FATTO CHE ABBIANO LA TARGHETTA (che ormai si autofabbricano cani e porci) NON VUOLE AFFATTO DIRE CHE I CARTELLONI SIANO REGOLARI NE' AUTORIZZATI...ma vaglielo a ffaccapi' a questi!!! ...Mica sono Vigili Urbani!!

    RispondiElimina
  4. Che je frega a loro, nel migliore dei casi sono scansafatiche, nel peggiore collu.i!

    RispondiElimina
  5. Monteverde è diventato un LETAMAIO anche a causa di tutta questa immonda merda di cartelloni.

    RispondiElimina
  6. Ancora a dire che gli agenti del servizio affissioni e pubblicità non operano? molto probabilmente quelli che son nel gabbiotto, occupandosi di stradale, poco ne sanno se i colleghi del servizio preposto alle affissioni hanno operato. Per le rimozioni degli impianti sanzionati la palla passa al Dipartimento, lo volete capire o no? E' come se, stipendiati tutti da mamma Lupa, ci si occupasse chi di una cosa e chi di un'altra. Io penso a sanzionare ma è indubbio che non debba certo - nottetempo -agire con sega elettrica per rimuovere gli impianti se c'è chi ufficialmente dovrebbe occuparsene. Le motivazioni le disconosco: fondi carenti? si privilegiano le rimozioni degli abusivi rispetto a quelli in contrasto al codice stradale? non so che politica si adotta e ciò che si privilegia...io intanto penso a fare il mio, di lavoro. Ovvio che, in Italia, lo sport preferito sia criticare il prossimo perchè "io di sicuro so far meglio".
    E complimenti al messaggiatore delle 14,20 del 01/11: ma daaaaai! No, io nun ce lo sapevo mica quello che dici!!!Me ne male che mi hai illuminato tu su ciò che devo fare io: ma seocndo te ilcontrollo della targhetta in banca dati o addirittura nei fascicoli al Dipartimento non lo si fa? Ma perchè ogni volta che trovate qualcosa che non va, dopo un minimo di tempo dovuto aglioperanti per svolgere lapratica non fate accesso agli atti in ogni gruppo municipale e vedete se - dal basso - si opera o meno? Ma voi pensate che noi in città non ci viviamo? che noi non troviamo scivoli, passaggi pedonali, incroci ostruiti nelal vita di tutti i giorni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, allora diciamo che speriamo vivamente che il reparto AA.PP. del XVI gruppo di Polizia Locale abbia già sanzionato da mesi tutti quei cartelloni sullo spartitraffico a breve distanza da strisce, semafori, segnaletica e via dicendo? E che abbiamo multato anche quelli direttamente installati sul prato del giardino di Piazzale Morelli, violando clamorosamente il Regolamento Comunale? Vogliamo sperare che almeno i VAV di quegli impianti siano stati recapitati mesi e mesi fa all'Ufficio Affissioni e che quindi, la responsabilità per la non rimozione sia solo e soltanto sua?

      Elimina
  7. Bè, Les, credo e spero che sia così come spesso è... in genere quando spunta un fungo si dovrebbero fare i dovuti controlli (che posson durare un tempo minimo se l'impianto è palesemente abusivo per cui c'è ben poco da verificare o alcuni giorni se il codice espresso - magari anche se l'impianto pare ben posizionato rispetto al codice della strad o ai regolamenti - c'è un discreto "lavoro" sotto da fare)e poi inoltrare il verbale di accertamento. A volte però anche chi è in divisa ha le mani legate: che dire, adesempio di quei cartelli che son posizionati su aiuole non configurabili come spartitraffico ma che contemporaneamente non sono UFFICIALMENTE dichiarate di pertinenza e manutenzione dell'ufficio giardini? non è tutto facile ciò che osserva il cittadino: se si scrive un verbale inappellabile quantomeno il ricorso non sarà vinto e si spera nella futura rimozione. Per rimanere all'esempio sopra fatto: se tu scrivessi un verbale imputando alla Ditta di essersi impiantata su area a verde e quella dalle mappe non risultasse ancora ufficialmente (anche dopo anni eh!) tale secondo te, avresti operato bene o male? Bisogna lavorare con attenzione e bene: vedere uno scempio in mezzo alla pubblica piazza non vuol sempre dire che sia possibile operare o farlo nell'immediatezza solo perchè par ovvio che lì quella bruttura non dovrebbe starci!

    RispondiElimina
  8. sul gabbiotto di p.le dunant giorno 28/12/2012 si è andato a spiaccicare un veicolo: PIU' DEI CARTELLONI SONO PERICOLOSI I GABBIOTTI DELLA POLIZIA ROMA CAPITALE. secondo il codice della strada per l'infrazione all'art.20 comma 3, il caso dei gabbiotti, DOVREBBE intervenire il prefetto per la rimozione forzata a spese di alemanno. PRIMA IL CODICE PREVEDEVA CHE FOSSE ALEMANNO, MA QUESTI APPENA E'VENUTO A SAPERLO HA FATTO CAMBIARE IL CODICE !!!!. poveri noi!?!???

    RispondiElimina