lunedì 17 dicembre 2012

Marco Visconti: alla Serpentara sei magnolie al posto dei cartelloni abusivi


Una battaglia per la legalità vinta grazie alla mobilitazione dei cittadini e delle Istituzioni contro la compagine delinquenziale della pubblicità abusiva e ora in via Tina Pica ci sono 6 magnolie al posto dei cartelloni pubblicitari.  Gli alberi piantati ieri con il comitato di quartiere La Serpentara, e grazie alla disponibilità del personale del Servizio Giardini e dei Pics, sono un segno tangibile dell’impegno per il decoro che stiamo portando avanti insieme a tanti comitati, associazioni e cittadini; soprattutto, però, rappresentano un monito di giustizia affinché sia chiaro che non abbiamo intenzione di piegarci di fronte all’arroganza di chi cerca facile visibilità a scapito dell’ambiente.
Marco Visconti

http://www.marcovisconti.com/?p=5235
https://twitter.com/viscontimarco/status/280652604348985344
http://www.primapaginanews.it/dettaglio_articolo.asp?id=130483&ctg=6
http://www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?contentId=NEW405185&jp_pagecode=newsview.wp&ahew=contentId:jp_pagecode

3 commenti:

  1. Peccato che li abbiamo pagati noi!!! Invece avrebbero dovuto tirare fuori i soldi i cartellonari abusivi.....non è un buon precedente! Le prossime volte quindi l'assessore (con i soldi nostri) nel caso questi mafiosi taglieranno altri alberi farà piantare altrettanti alberi? Scusate ma c'è qualcosa che non torna....al di là del gesto onorevole di rimettere la piante tagliate non sarebbe giusto in una società civile che chi abbatte un albero (pubblico) venga sanzionato e costretto a ripiantarlo?

    RispondiElimina
  2. non sanzionano neanche chi pianta cartelloni abusivi e assassini...e se li sanzionano i bastardi non pagano.
    Le rimozioni le paghiamo noi, lo sai?
    Ma presto,speriamo, le denunce alla Corte dei Conti produrranno effetti catastrofici per Bordoni, il vero sindaco di Roma

    RispondiElimina
  3. Siamo in campagna elettorale, piantare qualche albero è cosa buona e giusta, ma è anche il minimo sindacale, Visconti andrà a casa insieme al suo sodale Bordoni, ma la relanzioncina chiesta da Viscontti all'AMA? Qualcuno ne sa qualcosa?

    RispondiElimina