giovedì 24 gennaio 2013

Il megacartellone laurentino cambia faccia ma resta sempre in piedi. Stavolta tocca all'UDC

Multato nel dicembre 2010 resiste a tutto ed ora se ne serve l'UDC di Pierferdinando Casini.
Sicuramente Alessandro Onorato non deve avergli raccontato come funziona l'outdoor a Roma.
Sarebbe meglio scriverci sopra: "Noi difendiamo i deboli, le famiglie e i cartellonari".

Foto Andrea T.

3 commenti:

  1. Bene, quindi si può rimultare, no? Inviata segnalazione? Richiesto accesso agli atti?

    RispondiElimina
  2. La realtà è che ai vigili non frega nulla. Forse qualcosina la farà il prossimo sindaco ma sarà sempre un'inezia che non risolverà nulla. Roma è condannata dai politicanti e dai stessi cittadini

    RispondiElimina
  3. Mi spaventa vedere che convivenza c'è tra la politica e la mafia cartellonara.

    RispondiElimina