venerdì 8 febbraio 2013

Comunicato stampa di Andrea Catarci: Cartelloni, ripresa un’installazione in luogo pericoloso e maltrattando un albero


“In un video amatoriale (visibile al link in allegato) pubblicato sul blog Cartellopoli si immortala l’ennesimo scempio alla sicurezza ed al decoro urbano perpetrato tramite impianti pubblicitari, quegli obbrobri di ferro e cemento che a Roma sono ormai numerosissimi e che non risparmiano quartiere, strada, incrocio, area di pregio o monumento . A Via di Vigna Murata, l’ampia strada di confine tra il Municipio Roma XI ed il Municipio Roma XII, già tristemente nota per la sua pericolosità e in particolare per l’alto numero di incidenti mortali di cui è stata teatro, alcuni operatori scesi da un furgone munito di scala bucano il marciapiede per l’installazione abusiva dell’ennesimo impianto, accanendosi contro un albero. Il palo dista dalla sede stradale poco più di un metro e comunque è al ridosso di una corsia per l'inversione di marcia. Proprio sulla medesima strada – che essendo catalogata come grande viabilità è di competenza dell’Assessorato comunale ai Lavori Pubblici - un po’ di tempo fa, dopo l’ennesima disgrazia, l’iniziativa congiunta del Municipio Roma XI e del Municipio Roma XII ha permesso di apportare alcune misure correttive alla circolazione (dissuasori, segnalatori, rifacimento manti…, si sono chiesti anche gli autovelox ma inutilmente) per abbattere i rischi. Come è possibile che sia poi consentito devastare marciapiedi ed alberi per far posto a cartelloni pubblicitari in punti particolarmente pericolosi?

Nella Roma di Alemanno, dove le oltre 400 aziende di affissione hanno ottenuto mano libera completa e rapida sanatoria di decine di migliaia di impianti, dove si è finto di regolamentare con il Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari mentre si è continuato senza sosta ad incentivare il proliferare di impianti pubblicitari, dove chi gestisce un blog di denuncia delle innumerevoli malefatte compiute viene condannato al carcere ed al pagamento di 20.000 euro mentre nessuna delle querele contro i affari loschi dei cartellonari viene presa in considerazione, ormai è tutto possibile: pure il maltrattamento degli alberi e la riduzione della visibilità in una via ad alto tasso di incidenti mortali!

Il Municipio Roma XI chiede all’Assessorato comunale competente l’immediata rimozione del cartellone e l’applicazione delle sanzioni previste dalla normativa”

Andrea Catarci, Presidente Municipio Roma XII

Nessun commento:

Posta un commento