mercoledì 13 marzo 2013

A Cartellopoli succede pure questo



Qualcosa che ha dell'incredibile.
Furgone che sta svolgendo lavoro per cartellonista pubblicitaria privata recante logo "SPQR" e la dicitura "SEGNALETICA STRADALE". Questo domenica 10 marzo al mattino sotto gli occhi di chiunque, sul cofine/recinzione del parco Regionale del Pineto in via Pineta Sacchetti a 10 metri dal semaforo ed a pochi centimetri da altri 3 simpatici 4x3...

Roberto F.

Sicuramente sotto non c'è niente, qualche burlone deve solo aver attaccato quelle scritte magnetiche al furgone. Sicuramente...

13 commenti:

  1. Sicuramente a loro insaputa, come tutto in ItaGlia!!!

    RispondiElimina
  2. Inoltre i cartelloni lungo il parco non dovrebbero neppure esserci. Che città da schifo

    RispondiElimina
  3. Pure la sirena su un mezzo privato non so quanto sia lecita

    RispondiElimina
  4. QUESTO HA VERAMENTE DELL'INCREDIBILE!

    VI PREGO DIFFONDETE IN OGNIDDOVE QUESTE FOTO E QUESTO POST.

    Mc Daemon

    RispondiElimina
  5. Anche io li avevo notati e segnalati senza foto a Tonelli, bravo Roberto F. che mi ha anticipato, di chi sono non lo dico, basta vedere il colore della cornice dei cartelli, e capite da voi.
    Marco1963

    RispondiElimina
  6. Sparare a vista sui camorristi13 marzo 2013 14:34

    Questa vicenda è veramente degna di Casal di Principe ai tempi di Sandokan.
    Tra l'altro domenica c'era anche il blocco del traffico e il furgone ha una targa del 1991!!!!
    BANDITI, BANDITI, BANDITI MALEDETTI.

    CHE CAZZO FANNO A PIAZZALE CLODIO, CHE CAZZO FANNO?!?!?!?

    RispondiElimina
  7. Parafrasando Ziu Totò, "il comune siamo noi".

    RispondiElimina
  8. BELLO IL BOLLINO DEL COMUNE INCOLLATO CON LA GOMMA DA MASTICARE

    RispondiElimina
  9. ciao volevo tranquillizzarvi il camio è il mio e Io affiggo Poster.
    ogni tanto collaboro con aziende per rimozioni impianti in Roma quel giorno ho semplicemente dimenticato di staccare la calamita , ma come vedi stavo sulla scala ad attaccare io sono solo un 'attacchino e di cartelli sapeste quanti ne ho rimosso o installato! è il Mio Lavoro e lo faccio con ONESTA'! buona serata .anzii sig Roberto se Vuole ci possiamo Incontrare e Confrontarci! in Quanto al Signor.SPARARE AVISTAAICAMORRISTI ,si alzi anche lui alle 4/5 come faccio io e poi si prenda pure del maledetto. Cordiali Saluti!
    Enrico.

    RispondiElimina
  10. Comitato Cartellopoli15 marzo 2013 17:58

    Enrico,

    grazie del chiarimento.

    RispondiElimina
  11. veramente il camion risulta di proprietà di una donna, caro Enrico.Abbiamo fatto controlli, quindi non parlo a caso.
    E i cartelloni non sono segnaletica stradale.
    Il fatto di alzarsi alle 5 e di svolgere il proprio lavoro onestamente non cambia i termini del discorso: i cartellonari (e non gli operai) sono camorristi che hanno stuprato Roma con la benedizione dell'assessorato al Commercio e della maggioranza politica che tra qualche mese spazzeremo via, liberando la città da questo cancro della civiltà.
    Nessun preconcetto, stia tranquillo, ma questa storia che siccome i cartelloni danno lavoro non possono essere toccati e' inaccettabile.

    RispondiElimina
  12. caro FITZ o altri il camion l'ho acquistato io come Enrico.
    Per Casualità lavorative l'ho dovuto intestare a mia Moglie! poi : , sei un Vigile ? quando volete il mio numero è 3357162745 ENRICO MUSU a differenza di VOI che Giocate con ANONIMI!!!!!!!
    Provate a chiamarmi e vi RISPONDO !!!!
    anche ORA!!!!
    poi caro FITZ se arrivi ai controlli !!! Spiega COME FAI?
    Perchè in modo regolare io non riesco a saperlo con tutto che il camion è MIO.
    Leggi i Precedenti PROPRIETARI,
    Poi sè Voi Fà Don Chisciotte Domani Sono in Via Cogoleto Angolo via Marconi a Rimuovere un'Impianto!!! attendo tè e chi vuole ore 10,00
    il Camion Sarà Quello !
    Mi dispiace sè ti /Vi ho Deluso !!!
    Tutti stì Soldi non si Fanno!!
    Meditate Gente Prima Di Dire o Scrivere c.....e!!!
    entro le 10 Offro il Caffè!!! Buona Serata

    RispondiElimina
  13. Caro Sig. Musu
    sono ANNI che stiamo meditando.
    Non ci sembra degno di un paese civile che 400 ditte e società abbiano potuto fare uno scempio del paesaggio magnifico come quello della nostra città, piantando un numero infinito di cartelloni (grazie alla compiacente normativa approvata dall'attuale giunta comunale). Non ci sembra tollerabile che a Roma ci siano società pubblicitarie che hanno ignorato intimazioni a rimuovere un certo tipo di impianti e proprio su uno di quegli impianti 2 ragazzi abbiano perso la vita.
    Se non lo ha capito noi dei blog antidegrado non vogliamo togliere il lavoro a persone come lei.
    Vogliamo solamente che questo settore, la cartellonistica e le affissioni, sia regolamentato come in qualsiasi città europea.
    Per capirci, anche i manovali e i muratori che hanno costruito migliaia di case abusive a Roma lo hanno fatto per portare il pane a casa.
    La città però è stata sfregiata con orribili periferie da 4° mondo, invivibili, brutte, insicure, senza marciapiedi, senza fogne efficienti...ci siamo capiti adesso?
    A lei non importerà nulla ma quei cartelloni di Via della Pineta Sacchetti sono illegali perchè lì, sulla recinzione di un Parco Regionale non potrebbero starci (art. 18 delibera 37//2009 ).
    Noi vogliamo che questo FAR WEST di illegalità e abusi finisca.
    Spero di essere stato chiaro.
    Cordiali saluti e buona domenica a lei e famiglia.

    RispondiElimina