domenica 24 marzo 2013

Anche largo Tommaso Perassi ha il suo morto in mezzo ai cartelloni

Dopo il 2010 ed il 2011 siamo tornati in largo Tommaso Perassi lo snodo in entrata a Roma tra via Aurelia e via Aurelia Antica. La situazione è ulteriormente peggiorata con in più una lapide in mezzo ai pali dei cartelloni.
In aggiunta anche il povero Alberto Sordi umiliato, per l'anniversario dei 10 anni dalla morte, su questo lurido schifo cartellonaro. Non manca proprio niente.

3 commenti:

  1. più che la lapide che probabilmente non riguarda i cartelloni in quel punto, sono allucinanti i 2 cartelloni piantati nella sede stradale

    RispondiElimina
  2. E i cittadini inconsapevoli si abituano, si abituano a tutto. Qui è una questione antropolgica.

    RispondiElimina
  3. SCENE SCHIFOSAMENTE INDEGNE CHE SI POSSONO VEDERE SOLO A ROMA!

    INCIVILTA' ALLO STATO PURO.

    RispondiElimina