mercoledì 27 marzo 2013

Sillogismo: se Alemanno dice che i cartelloni sono una mafia e Alemanno si promuove sui cartelloni se ne deduce che Alemanno è complice della mafia. Sbagliamo?



Come si fa ad inneggiare alla "legalità" dal pulpito di una serie di orripilanti cartelloni abusivi? E come si fa a farlo dopo aver dichiarato, giustamente, che dietro alla cartellonistica romana c'è la mafia? Tutto ciò premesso riteniamo che sarebbe interessante sapere quanto e come il comitato elettorale di Alemanno ha pagato gli spazi. Senz'altro il sindaco, dopo quello che è successo in questi anni, non avrà accettato sconti o riduzioni di prezzo. Dunque fuori le fatture, subito.

adnkronos.com - Roma, Alemanno: "Sradicheremo mafia dei cartelloni abusivi"
roma.repubblica.it - Alemanno: "Sradicheremo la mafia dei cartelloni abusivi"
ilmessaggero.it - Cartelloni abusivi a Roma, Alemanno: «Dietro le grandi affissioni c'è la mafia»
liberoquotidiano.it - Roma: Alemanno, sradicheremo mafia dei cartelloni abusivi
paesesera.it - Alemanno: "Mafia dietro i cartelloni" Cento rimozioni in centro

9 commenti:

  1. Poi il 14 % di reati in meno è solo perchè Mancini si è avvalspo della facoltà di non rispondere. Non appena quello comincia a cantare le percentuali cambieranno notevolmente.

    RispondiElimina
  2. E poi dice le stesse fregnacce che ci propinava berlusconi anni fa. Anzi almeno quello ci si impegnava un po' di più coi numeri, "reati in calo del 121%" o cose simili

    RispondiElimina
  3. credibilità zero. la possibilità che ancora molti romani lo votino è la vera tragedia di questa città

    RispondiElimina
  4. se dovrebbe proprio anna' a nasconne...

    RispondiElimina
  5. NON CAPITE NIENTE AHAHAHAHAH.....I POLITICI INTERROGATI SULL'USO DEGLI IMPIANTI HANNO SEMPRE DETTO CHE USANO SOLO QUELLI REGOLARI.....MA COME FANNO AD ESSERE SICURI DI QUESTO NON SI CAPISCE NON ESSENDO PUBBLICO UN REGISTRO DEGLI IMPIANTI REGOLARI....MA A ROMA SONO SICURAMENTE TUTTI REGOLARI, PERCHè LA META' è STATA USATA DA BERSANI E ZINGARETTI (COI SOLDI DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI!!!!) PER METTERCI I LORO FACCIONI 2 MESI FA, E L'ALTRA METà SARà ORA USATA PER LA FACCIETTA DI ALEMANNO PER LE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE......
    UNA DOMANDA...MA IL CONSIGLIERE ATHOS DE LUCA, PALADINO DELL'ANTICARTELLONISMO ROMANO, NON HA SPIEGATO A BERSANI E ZINGARETTI COME STANNO LE COSE DICENDOGLI CHE FORSE NON ERA IL CASO DI FINANZIARE LA MAFIA CARTELLONARA??????
    ATHOS, SE CI SEI SAREBBE GRADITA UNA RISPOSTA!!!
    SEMPRE BUONI CARTELLONI A TUTTI DA MANUSARDI........

    RispondiElimina
  6. http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/manifesti_abusivi_roma_foto_sequenza/notizie/261312.shtml

    RispondiElimina
  7. Avete notato di chi sono gli impianti su cui è pubblicata la bella faccia intelligente dell'amato Sindaco, completo di fascia tricolore (vilipendio alla bandiera?)? Fateci caso, i migliori protagonisti della storia cartellonara romana: Gregor, chi? Quello che ha una serie di cartelloni fuori regolamento per le abnormi dimensioni sulla Via C. Colombo. Nuovi Spazi? Quello che per mesi ha scherzato con l'Ufficio Affissioni collocando cartelloni abusivi in Piazzale Clodio, rimossi dal Comune, quindi ricollocati ancora senza titolo, quindi rimossi, quindi ricollocati, quindi rimossi, poi ricollocati e rimossi...(continua)

    RispondiElimina
  8. Se in quel 14% di reati in meno sono stati conteggiati anche i 100.000 reati dovuti all'abusivismo cartellonaro allora vuol dire che siamo la città meno pericolosa d'Europa. Daje Alemagno!

    RispondiElimina
  9. Anche Marchini, però, non scherza...

    RispondiElimina