mercoledì 10 aprile 2013

Alemanno continua con la barzelletta del PRIP. Senza vergogna

Trovate il video integrale dell'intervista sul canale YouTube Tvromauno - http://youtu.be/2wFzOiEvu6k

Da quel che ci risulta al PRIP non é stato presentato nemmeno un emendamento e quindi peggio che mai di tipo ostruzionistico da parte dell’opposizione: risulta per certo invece che l’On. Salvatore Vigna (di Alleanza per l’Italia – Moderati con Rutelli) e l’On. Maria Gemma Azuni (Sinistra Ecologia e Libertà) abbiano addirittura sollecitato il Presidente Pomarici a reinserire quanto prima il PRP all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio Comunale, la cui maggioranza di centro-destra il 24 novembre 2011 aveva approvato un ordine del giorno che impegnava a portare in aula il provvedimento di approvazione del PRIP entro il 31 dicembre di quello stesso anno.
Ne deriva che per esigenze elettorali l’On. Gianni Alemanno non solo vuole far passare per vera in modo molto scorretto una versione totalmente distorta dei fatti alla massa dei cittadini che non possono sapere  come siano andate esattamente le cose, ma dà per scontata la sua rielezione a Sindaco al punto di arrivare a promettere in anticipo di modificare il Regolamento comunale per far approvare dal “suo” futuro consiglio Comunale in un batter d’occhio senza colpo ferire tutte le delibere che gli stanno più a cuore, specie quelle “urbanistiche” che sempre per fini elettorali avrebbe voluto far passare in extremis alla fine del suo mandato, tacciando di “ostruzionismo” anche e soprattutto il democratico dibattitto sugli emendamenti che spetta di presentare non solo all’opposizione.

2 commenti:

  1. Amici, e' ora di sensibilizzare Marino sul tema dei cartelloni abusivi a Roma. E' ora di aprirgli gli occhi.

    RispondiElimina
  2. questo essere ha impestato la città col suo faccione bifolco e le falsità che scrive. Scendendo alla fermata auditorium del tram 2, il colpo d'occhio è da truman show, lui campeggia contemporaneamente su 5 cartelloni. Alemanno = disprezzare Roma
    Vigilopoli

    RispondiElimina