lunedì 22 aprile 2013

E' iniziato l'ultimo sacco cartellonaro con la supervisione e partecipazione di Davide Bordoni


Via Ostiense altezza nuovo cavalcaferrovia: da qualche mese questo cartellone era stato rimosso ed i nuovi marciapiedi e spartitraffico resistevano ben fatti e ben asfaltati e soprattutto non “cartellonati”. Ma ecco che negli ultimi giorni l'impianto ricompare sullo spartitraffico già con la pubblicità sopra… e indovinate chi è il committente? Ma il nostro vero sindaco di Roma, Davide Bordoni, che con la “certezza del suo impegno” ha dimostrato che non si è scordato di “romanizzare” di nuovo questo angolo di Roma che assomigliava a quello di una normale città civile senza cartelloni.
Ma il “grande” Bordoni ci ha pensato lui in persona, e per fare le cose fatte veramente “bene” ha autorizzato a rimettere l’impianto in perfetta violazione delle seguenti norme: spartitraffico di larghezza inferiore ai 4 metri, ciglio della strada, vicinanza a incrocio, vicinanza a semaforo, vicinanza ad attraversamento pedonale, nonché, limitatamente alla via laterale lato ferrovia, anche piena curva!!! Complimenti Assessore!!!
Manusardi

Caro Manusardi ma d'altronde cosa pretendi, siamo a meno di 100 metri dal Dipartimento Regolazione e Gestione Affissioni e Pubblicità...

4 commenti:

  1. Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
    vigilopoli

    RispondiElimina
  2. in quale altra città del mondo le ditte possono fare una pecionata del genere ? Cemento su asfalto.... che Dio li stramaledica..

    RispondiElimina
  3. Ah beh, infatti il problema è il cemento sull'asfalto, mica il miolionesimo cartellone in aperta violazione del codice della strada e della decenza!
    Comunque tranquilli, la Belviso sta dando una mano ai suoi compari di giunta: dopo aver intimato alla studio zeta di rimuovere tutte le pubblicità da lei ordinate (si, si, stamo ancora a' aspetta!)m ha deciso di rivolgersi a quegl'onest'uomini della pes, i cui cartelloni sono tutti certamente legalissimi, autorizzatissimi e, stranamente, visibilissimi anche a pochi cm da semafori e cartelli stradali, come a piazzale dunant!
    BELVISO M'HAI CONVINTO, SI, SI, A SCAPPARE!
    BORDONI, SPERO FINIRAI A FARE IL PARCHEGGIATORE ABUSIVO

    RispondiElimina