venerdì 12 aprile 2013

Ed il faccione è scomparso ovvero la prova che Davide Bordoni ci legge da anni ma si muove solo quando fa comodo a lui

Foto Francesco 

E come per magia dopo la pubblicazione del post di ieri e la segnalazione di VAS questa mattina il faccione di Bordoni è sparito dal cartellone abusivo.
Lo "sbiancamento" del cartellone è chiaramente opera della ditta che "qualcuno" deve aver chiamato chiedendo di ripulire. In attesa del prossimo inserzionista sia chiaro.

3 commenti:

  1. Fa schifo uguale ed è pericoloso anche sbiancato. Ah, se tutta la pubblicità esterna fosse immediatamente rimovibile specialmente quando l'impianto non è utilizzato come uno skyboard! :-)

    RispondiElimina
  2. Chi ancora non lo avesse fatto, comprenda a chi e' stata in mano questa citta' fino ad oggi!

    RispondiElimina
  3. La immediata cancellazione del manifesto elettorale equivale ad una implicita ammissione che si trattava di una pubblicità fatta su un impianto irregolare: ma in tal caso lo "sbianchettamento" viene a costituire di fatto l'oscuramento di questa pubblicità che dovrebbe preludere alla rimozione dell'impianto su cui é stata fatta.
    L'Asssessore Bordoni dovrebbe pertanto preoccuparsi di assicurare la tutela non solo della propria immagine, ma anche e soprattutto della legalità degli impianti pubblicitari di Roma a cui é preposto per la carica che sta ancora ricoprendo.

    RispondiElimina