sabato 20 aprile 2013

Ennesimo incidente, ma stavolta c'è il faccione di Bordoni a fare da testimone

Viale dell'Industria

Questo succede quando viene permesso di mettere decine di cartelloni in curva a meno di un metro dalla carreggiata.
Magari chi è andato dritto ci è andato per leggere lo slogan "La certezza del mio impegno". Si l'impegno per aiutarti a schiantarti e magari amazzarti.
Chissà perchè poi Roma ha il primato europeo delle vittime del traffico e quello italiano per incidenti e feriti. Quante persone devono morire o rimanere ferite ancora prima di capire che, sia direttamente (come in questo caso) che indirettamente, moltissimi sono riconducibili alla giungla di cartelloni che devasta le strade di Roma?

2 commenti:

  1. e' una vergogna . bisogna abrogare tutti i cartelloni pubblicitari.

    RispondiElimina
  2. Oggi, tanto per cambiare, apro il giornale, edizione romana, e che ti leggo? Un ennesimo, vomitevole scandalo della giunta ale-bor. Praticamente indagano e arrestano tutti intorno ad aledanno, ma lui non sa, è estraneo, non c'entra nulla, è colpa della sinistra!
    Quando arriveranno al re degli scandali, cartellopoli, ale-bor saranno in tuttu a danzare per i turisti in Jamaica.....o almeno lo spero per loro, perchè l'ira del popolo sarà implacabile

    RispondiElimina