martedì 30 aprile 2013

La grafica di Roma fa Schifo... fa schifo. Parte il concorso per logo e grafica. Puoi essere tu a realizzarla

PUBLIC CALL
ROMA FA SCHIFO CERCA UN PROGETTO PER IL SUO NUOVO LOGO

Il blog Roma fa Schifo, principale fonte di sensibilizzazione nella Capitale d'Italia riguardo al degrado urbano e tutto ciò che ne consegue, vuole riqualificare la sua immagine mediante la selezione pubblica di un nuovo logo.

Tutti possono partecipare al concorso (grafici, architetti, artisti, appassionati di talento) che resterà aperto fino al 10 maggio. Successivamente, ad insindacabile giudizio del blog, verrà decretato il vincitore che -se lo desidererà- potrà essere reso pubblico e -se lo desidererà- potrà avere un link diretto sulla home page del sito e sulla pagina Facebook del blog.

La richiesta comprende anche la realizzazione, con le stesse caratteristiche del logo madre, di un logo in lingua inglese che andrà pubblicato sulla versione internazionale del sito e della pagina Facebook di Roma fa schifo. Qui la dicitura dovrà essere “Rome Sucks”.

Entrambi i loghi dovranno riportare il claim (tradotto in inglese per il logo internazionale) che accompagna il nostro brand, ovvero “chi ha ridotto così la città più bella del mondo?”. Costituirà elemento di giudizio anche la presenza di un marchio ricavabile dal logo, marchio che verrà usato come immagine per le pagine Facebook, Twitter e per il bottone della eventuale app che svilupperemo. I partecipanti potranno sentirsi liberi anche di effettuare delle proposte di nuovi logotipi per gli altri siti del nostro network antidegrado: Propuproma.com; Cartellopoli.net; BikeSharingRoma.com mentre per DegradoEsquilino.com consideriamo l'attuale veste grafica soddisfacente e non ancora bisognosa di cambiamenti.

Gli elaborati andranno inviati entro il 10 maggio all'indirizzo email romafaschifo@gmail.com specificando nell'oggetto “CONCORSO LOGO”. Entro il mese di maggio il logo vincitore verrà montato sul sito e su tutti gli altri media di Roma fa Schifo.

www.romafaschifo.com

Nessun commento:

Posta un commento