martedì 30 aprile 2013

Portare a scadenza le attuali concessioni, azzerarle, fare un piano regolatore e poi mettere tutto a gara. Il Movimento 5 Stelle lo ha capito, gli altri?


Qui per l'intervista integrale.

6 commenti:

  1. Il M5S ha preso molti punti con questa intervista. Io non amo Grillo e non lo voterei a livello nazionale, ma a livello locale mi piacciono molto: no ai cartelloni, no all'abusivismo dei camion bar, si alle pedonalizzazioni, alle piste ciclabili ed ai mezzi pubblici.

    RispondiElimina
  2. Già peccato che poi nel prosieguo dell'intervista abbiano detto "no" ai parcheggi interrati perché "portano traffico". E così la città sarà condannata a restare così, vittima della sosta in tripla fila, sulle strisce, in curva, sui marciapiedi, di fronte agli scivoli per i disabili...

    RispondiElimina
  3. un attimo . dicono no ai parcheggi interrati perche' fanno schifo nessuno ci va, rimangono vuoti, sono pericolosi perche' ti aggrediscono, si devastano le piazze per farli e si buttano giu' tutti gli alberi. ad acilia sotto piazza capelvenere il parcheggio e' un fallimento venti anni. e' sempr vuoto , se ci metti la macchina te la smontano ecc ecc. la verita' e' che bisogna limitare gli automezzi in citta. anche se fai i parcheggi e sventri tutto uccidi la citta' col traffico e l'inquinamento da smog.

    RispondiElimina
  4. I parcheggi interrati ci sono in tutto il mondo. A Roma sono vuoti? Certo: perché si consente ancora alle auto di posteggiare in superficie! E' semplice, basta impedirlo...

    RispondiElimina
  5. Anch'io non ho in simpatia M5S ma a livello locale si può fare
    Marco1963

    RispondiElimina
  6. Ragazzi forse leggete poco Romafaschifo, e mi sorprendo di voi, e seguite poco cosa questi signori sono capaci di dire su Twitter. Ultimamente hanno detto che il problema dei camion-bar è che rappresentano il consumismo e sono d'intralcio ad una "decrescita felice"...

    RispondiElimina