giovedì 30 maggio 2013

Lo strano caso della ditta che fa sparire i cartelloni prima di ogni bonifica per poi ripiazzarli subito dopo

Oggi vorrei parlare della famigerata ditta cartellonara xxx, la prima a sfruttare la delibera del 2009 "A Roma c'è posto per tutti" con migliaia di impianti collocati già con la pubblicità sopra solo poche ore dopo l'approvazione della delibera stessa (preveggenza o magari "soffiata"!!!???).
Ogni qual volta il "Sindaco" Bordoni mette in scena una bonifica di qualche parte di Roma (a fine esclusivamente di propria pubblicità specie ora che siamo sotto elezioni), guarda caso qualche giorno prima gli impianti della xxx vengono rimossi dalla ditta stessa e poi magicamente ricompaiono alcuni giorni dopo la fine della bonifica (vedasi p. es. viale Marconi). Che strano, chissà perchè una ditta che sa prevedere il futuro non lascia stare il settore cartelloni romani e si dedica al ben più remunerativo Superenalotto che con 1 euro permette di vincere milioni di euro se si azzeccano i numeri vincenti... ma loro sanno il futuro!!!

Bene, proprio la scorsa settimana la xxx ha provveduto a togliere i propri impianti, illecitamente autorizzati dall'assessorato bordoniano, dagli spartitraffico di via Leone XIII (tratto finale verso Pio XI, numero 2 impianti), da via Gasparri (1 impianto), da viale dei Colli Portuensi (numero 2 impianti) e da via Isacco Newton (1 impianto)... che strano evento... si si si proprio di questo si è trattato perchè stamattina (15/05/2013) i vigili urbani con l'ausilio di due camion stanno rimuovendo gli impianti presenti sullo spartitraffico di viale del Colli Portuensi!!!
L'equazione "via gli impianti xxx = imminente bonifica = successiva riallocazione degli impianti xxx" ha funzionato anche questa volta!!!
Comunque poichè non mi risulta che la xxx vinca settimanalmente il Superenalotto, la mia "perversa" mente pensa che qualcuno della xxx venga "casualmente" informato della imminente bonifica e quindi provvede alla rimozione degli impianti, salvo poi ricollocarli subito dopo, ovviamente con la illegale "legalizzazione" degli impianti stessi rinveniente dal pagamento del pizzo (pardòn, del CIP) al Comune di Roma.
Allego 2 foto della bonifica di stamattina ai Colli Portuensi.

Sempre buoni cartelloni a tutti da Manusardi!

3 commenti:

  1. Carissimo Manusardi, la pacchia è finita
    Sia de visto che, in particolare, marchini, hanno messo il dito sul tasto cartelloni bancarelle e degrado, per dare l'appoggio a marino
    Che ora non ha più alibi, vogliamo la delibera di annullamento della 37/2009 al massimo tra le prime 5 delibere della nuova amministrazione, senza se e senza ma !
    Marco1963

    RispondiElimina
  2. CONDIVIDO 100%. Manusardi

    RispondiElimina
  3. nuvole nere si addensano sulla testa dei cartellonari banditi..sento i tuoni in lontananza,per ora.

    RispondiElimina