venerdì 3 maggio 2013

PRIP: si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel? Speriamo


Oggi le Associazioni “Verdi Ambiente e Società” (VAS) e “Basta Cartelloni-Francesco Fiori” hanno  tenuto una conferenza stampa di presentazione della proposta unitaria di modiche ed integrazioni al Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (PRIP) così come adottato il 2 febbraio del 2011 dalla Giunta di Alemanno, che se approvata metterebbe fine alla procedura del riordino e stabilirebbe quanti debbano essere gli impianti pubblicitari in tutta Roma e dove debbono essere installati in eterno.

Intervenendo a parlare hanno dato un consenso di massima alla proposta i seguenti candidati a Sindaco:

- MARCELLO DE VITO (M5S) intervenuto di persona alla Conferenza Stampa, che ha detto di aver inserito la nostra proposta nel suo programma elettorale;

- ALESSANDRO BIANCHI, ex ministro dei trasporti, intervenuto anche lui di persona alla Conferenza Stampa, che ha particolarmente apprezzato la nostra proposta di dare una soluzione al traffico di Roma anche conm il potenziamento del servizio di Bike Sharing, per aggiungere quotidianamente i posti di lavoro;

- ATHOS DE LUCA e LISTA CIVICA PER MARINO che a nome di IGNAZIO MARINO hanno preso l’impegno di approfondire la proposta per inserirla nel proprio programma elettorale;

- GIOVANNA MARCHESE BELLAROTO che a nome di ALFIO MARCHINI ha preso l’impegno di inserire la proposta nel programma elettorale;

- l’arch. GIORGIO BRASCHI che a nome di SANDRO MEDICI ha preso l’impegno di inserire la proposta nel programma elettorale;

- GIOVANNI PALLADINO intervenuto di persona alla Conferenza Stampa come candidato della lista “Popolari Liberi e Forti”, che ha detto di essere d’accordo con la nostra proposta.

Ha inoltre condiviso e sottoscritto la proposta via twitter STEFANO TERSIGNI della lista “Roma Capitale é tua”.

Per conto delle ditte pubblicitarie sono intervenuti per dichiararsi anch’essi d’accordo in linea di massima con la proposta:

- il Presidente della Associazione A.A.P.I. (Associazione Aziende Pubblicitarie Italiane), FRANCO MERONI venuto appositamente da Milano;

2 commenti:

  1. Il 3 maggio scorso l’Agenzia Adnkronos ha dato la notizia che quello stesso giorno Marcello De Vito avrebbe incontrato l'associazione "Basta Cartelloni" per discutere assieme "sull'importante tema del decoro urbano", senza citare espressamente una conferenza stampa organizzata anche da VAS.
    La notizia, riportata quello stesso giorno sul sito www.liberoquotidiano.it, è stata riportata quasi integralmente sul Corriere della Sera del successivo 4 maggio, senza rendersi conto che il giorno dopo l’incontro era già avvenuto, facendo così incorrere in errore i lettori su un incontro per il decoro urbano che doveva ancora avvenire sul tema del decoro urbano in generale e non specificatamente del PRIP.
    Va fatto sapere che sempre il 3 maggio Adnkronos ha riportato la notizia (ripresa pur essa sia su www.liberoquotidiano.it che su www.romadailynews.it) della partecipazione alla nostra conferenza stampa della lista civica Marino Sindaco, evidentemente ignorata dal Corriere della Sera.
    Sempre il 3 maggio su ww.paesesera.it è stato pubblicato un articolo di Santo Iannò che esordisce affermando che è stata solo “l'associazione BastaCartelloni, che oggi ha incontrato alcuni candidati sindaco per chiudere la cartellopoli in salsa romana”: anche se sempre da buon’ultima, almeno stavolta VAS viene citata nel paragrafo dedicato alla “battaglia” dove però i Piani di Localizzazione diventano in bocca al giornalista “piani di zona”.
    Il quotidiano Il Tempo curiosamente dedica un trafiletto ad Alessandro Bianchi per riportare la sua dichiarazione sul PRIP senza far sapere che è stata fatta nel corso della nostra conferenza stampa, taciuta quindi del tutto: la sua chiara posizione è riportata anche sul suo sito www.progettoroma.org, dove viene correttamente citata la nostra iniziativa.


    RispondiElimina
  2. Per chiudere la panoramica sulla corretta quanto completa informazione data dai media va citato il TG3 del Lazio che è venuto con la sua troupe e che prima dell’inizio della conferenza stampa ha intervistato Marcello De Vito, mandando in onda la sera stessa un servizio sulle dichiarazioni dei vari candidati a sindaco, inserendovi l’intervista a De Vito senza minimamente citare la conferenza stampa per cui si era espressamente scomodato.
    Per fortuna che la maggior parte dei politici a cui pensavamo di far arrivare comunque il nostro “messaggio” tramite la stampa e la televisione (di cui si son salvati compiutamente Repubblica e Teleroma56), ha capito l’importanza della nostra iniziativa e ci ha fatto l’onore di partecipare di persona, arrivando così a comprendere i contenuti della nostra proposta sicuramente molto meglio di quanto sarebbe stato “comunicato” ad essi per il tramite dei mass media.

    RispondiElimina