mercoledì 24 luglio 2013

I cartellonari hanno deciso che questa estate si prendono definitivamente Roma. Chiudete porte e finestre se non volete un suo cartellone dentro casa

Buonasera, per segnalare l'ennesima prodezza da parte della ditta Nuovi Spazi che ha in stallato un cartellone nello spartitraffico centrale di Via Appia Nuova all'altezza dell'incrocio con Via Furio Camillo.
Ebbene si quello spartitraffico è molto conteso ed appetito. Come potete vedere in una delle foto è evidente quanto lo spartitraffico sia ridotto a una groviera per le infinite installazioni e disinstallazioni che si sono succedute su quel pezzetto di asfalto. Dopo mille abusivi ora è arrivato il momento della tronfia e sfacciata ditta Nuovi Spazi che piazza con molta originalità l'ennesimo abusivismo, in barba a qualsiasi regolamento e criterio di sicurezza stradale) in un punto dove ci hanno provato in molti (compresi negozietti della zona per conto loro).
Il cartello bifacciale presenta i numeri progressivi 672 e 673, il nome dell'azienda Nuovi Spazi con tanto di telefono 06.5001718 e la solita autorizzazione su adesivo che riporta la sigla 0066/AU260/P.
Porgo cordiali saluti e ringrazio per l'attenzione.
Aldo

5 commenti:

  1. 'Sti banditi prima o poi pagheranno fino all'ultimo cenetsimo i danni che arrecano a tutti noi!

    RispondiElimina
  2. Non riesco a non fare il collegamento tra quello che si scrive sui giornali:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/24/ammazza-blog-pdl-ci-riprova-5-anni-di-leggi-contro-linformazione-web/664729/

    e la sfacciata illegalità delle ditte, che per giunta ottengono ragione nelle aule di tribunale.....

    Lob

    PS
    Quando scopriremo chi c'è dietro (davanti) la Nuovi Spazi, oltre alle altre numerose ditte, capiremo il perchè abbia potuto tanto impunemente fare soldi a palate a nostro danno e per così a lungo....

    RispondiElimina
  3. BASTEREBBE CHE MARINO SPENDESSE 2 MINUTI DEL SUO PREZIOSO TEMPO PER FARE UNA DELIBERA BLOCCA-DELIBERADEL-2009 "A ROMA C'è POSTO PER TUTTI" E NESSUNO POTREBBE PIù INSTALLARE NUOVI IMPIANTI IN MANIERA PSEUDO-LEGALE AUTODENUNCIANDOSI IN BANCA DATI E QUINDI AUTO-AUTORIZZANDOSI.....MA Nè MARINO Nè ATHOS DE LUCA APRONO BOCCA: IL PRIMO è CHIARAMENTE PRONO ALLE DITTE E IL SECONDO ANCORA CERCA DI TROVARE QUALCOSA DI MALE (CHE TUTTI SAPPIAMO ESISTERE) FATTO DALLA BANDA ALEDANNO-BORDONI EVITANDO DI INCAZZARSI COL CAMPIDOGLIO CHE CONTINUA A LASCIARE FARE LE DITTE CARTELLONARE SENZA SOSPENDERE LA DELIBERA DEL 2009, CHE A PAROLE DE LUCA HA SEMPRE DETTO ESSERE UNA VERGOGNA DA ABOLIRE.....MA DOPO 2 MESI DI GIUNTA L'ASSESSORATO AL DEGRADO (NUOVO NOME DELL'UFFICIO AFFISSIONI) CONTINUA A RILASCIARE PSEUDO-AUTORIZZAZIONI SU AUTODENUNCE DI BANDITI CARTELLONARI........MARINO TI HO VOTATO, NON FARMI RIMPIANGERE ALEDANNO E BORDONO, "ONESTI" DELINQUENTI AMBIENTALI DICHIARATI............:(

    RispondiElimina
  4. E' a dir poco lampante il motivo per cui nessuno porta in tribunale questi signori, o no?

    RispondiElimina
  5. nun te reggae chiù!26 luglio 2013 15:03

    MANUSARDI bla bla bla

    RispondiElimina