lunedì 23 dicembre 2013

Via Emanuele Filiberto: 2 rimozioni e 1 una nuova installazione. Continua la totale anarchia cartellonara

Novembre 2011

Dicembre 2013

Con le immagini allegate voglio illustrare 2 rimozioni ed 1 nuova installazione effettuate in via Emanuele Filiberto.
Dunque a proposito delle rimozioni, in data 9 dicembre ho notato che 2 cartelloni (installati credo circa 1 anno fa) sono stati infine rimossi. Se non erro a suo tempo erano stati segnalati sul sito. Erano stati installati, a circa 20 metri di distanza l'uno dall'altro, sul marciapiede nel tratto tra via Domenico Fontana e piazza s.Giovanni, a ridosso del muro di pietre (in quel tratto non ci sono negozi). Nelle foto sono evidenti le tracce dei buchi lasciati sul marciapiede dai pali rimossi.
A distanza di 3 giorni ho notato invece la nuova installazione (i 2 cartelloni rimossi erano fatti in modo identico a quello appena comparso). Questo nuovo si trova ora sul marciapiede nel tratto tra via Statilia e via San Quintino, ad alcuni metri di distanza dal civico 108.
Il nuovo cartellone presenta una cimasa con la sigla SPQR ed il cartellino identificativo con scritto '0040/BQ052/P Via Emanuele Filiberto, sc - fronte civ. 1...'. La foto di google maps risale solo al novembre 2011 e dimostra che il cartellone non era presente.
Il cartellino è abraso e danneggiato (è veramente curiosa la casualità che ha provocato l'abrasione proprio sul numero civico...) e non si legge chiaramente il numero del civico.
La logica, e ciò che è scritto sul cartellino, mi fa pensare che si tratti di uno dei due cartelloni appena rimossi. Quelli rimossi erano stati messi in un tratto senza numero civico per cui in quel caso aveva senso mettere 'Via Emanuele Filiberto, sc - fronte civ. ...', ma questa nuova installazione si trova nei pressi del civico 108 per cui la presunta autorizzazione avrebbe dovuto riportare direttamente la scritta 'Via Emanuele Filiberto 108'.

4 commenti:

  1. Nel catalogo degli impianti pubblicitari della ditta "SCI" (Società Concessioni Internazionali) pubblicato sul loro sito htpp://sci.it è pubblicata la scheda con foto dell'impianto che era stato installato in via Emanuele Filiberto di fronte al civico n. 166 e che è stato ora rimosso ad opera sicuramente della stessa ditta.
    Nello stesso catalogo è riportata anche la scheda (ma senza foto) dell'altro impianto che era stato installato di fronte al civico n. 150 di via Emanuele Filiberto e che è stato pur esso rimosso ad opera sicuramente dalla stessa ditta.
    L'impianto installato all'altezza del civico n. 108 di via Emanuele Filiberto è uno dei due rimossi di fronti ai civici n. 150 e 166: lo si deduce dalla targhetta rovinata che sotto il numero di codice identificativo riporta la via con il numero civico cancellato.
    La "ricollocazione" è avvenuta presumibilmente sfruttando la deliberazione della Giunta Capitolina n. 395 del 3.12.2008 che consente di presentare domanda di spostamento di un impianto, anche se non in violazione di niente, installandolo se la domanda non è stata istruita dopo 30 giorni dalla data della sua presentazione, dandone una semplice comunicazione al Servizio Affissioni, che come tale viene registrata nella nuova Banca Dati dalla S.p.A. "Aequa Roma" addetta a tale compito (senza effettuare nessun controllo nemmeno dopo).
    L'altro impianto rimosso è stato probabilmente reinstallato in un altro luogo con sicura maggiore rendita di posizione.

    RispondiElimina
  2. mesi e mesi di giunta Marino-Leonori e non è stata ancora bloccata la possibilità per le ditte cartellonare di fare quello che vogliono coi loro impianti essendo stata data a loro la possibilità di disporre di ogni centimetro di suolo pubblico per riempirlo coi loro cartelloni, semplicemente autodenunciandosi nella truffaldina NBD e pagando un modestissimo "pizzo" al Comune (il CIP).
    A proposito di NBD, per renderla pubblica sul sito del Comune una persona inesperta di informatica ci impiegherebbe 1 oretta scarsa.....la Leonori mi pre ci stia mettendo mesi e mesi...o forse NON vuole renderla pubblica per NON far emergere che gli impianti pubblicitari a Roma sono più vicini al MILIONE che alle ridicole e chiaramente false affermazioni del Comune, che sono 30-40-50.000 o cose del genere..........Leonori, se Le serve una mano per pubblicare la NBD io mi offro di aiutarla GRATIS!!!! Che ne dice assessore?????
    Sempre buoni cartelloni a tutti da Manusardi!!!

    RispondiElimina
  3. domanda x Bosi: ma come hanno potuto installare quei 2 cartelloni nel luglio 2012 (e in quel luogo)?
    erano abusivi nel luglio 2012?

    RispondiElimina
  4. La deliberazione della Giunta Capitolina n. 395 del 3.12.2008 consente la ricollocazione soltanto di impianti pubblicitari che fanno parte del riordino, per i quali sono state rilasciate concessioni che risalgono a prima dell''entrata in vigore del Codice della Strada e del suo Regolamento di attuazione (1992).

    RispondiElimina