giovedì 30 maggio 2013

Lo strano caso della ditta che fa sparire i cartelloni prima di ogni bonifica per poi ripiazzarli subito dopo

Oggi vorrei parlare della famigerata ditta cartellonara xxx, la prima a sfruttare la delibera del 2009 "A Roma c'è posto per tutti" con migliaia di impianti collocati già con la pubblicità sopra solo poche ore dopo l'approvazione della delibera stessa (preveggenza o magari "soffiata"!!!???).
Ogni qual volta il "Sindaco" Bordoni mette in scena una bonifica di qualche parte di Roma (a fine esclusivamente di propria pubblicità specie ora che siamo sotto elezioni), guarda caso qualche giorno prima gli impianti della xxx vengono rimossi dalla ditta stessa e poi magicamente ricompaiono alcuni giorni dopo la fine della bonifica (vedasi p. es. viale Marconi). Che strano, chissà perchè una ditta che sa prevedere il futuro non lascia stare il settore cartelloni romani e si dedica al ben più remunerativo Superenalotto che con 1 euro permette di vincere milioni di euro se si azzeccano i numeri vincenti... ma loro sanno il futuro!!!

Bene, proprio la scorsa settimana la xxx ha provveduto a togliere i propri impianti, illecitamente autorizzati dall'assessorato bordoniano, dagli spartitraffico di via Leone XIII (tratto finale verso Pio XI, numero 2 impianti), da via Gasparri (1 impianto), da viale dei Colli Portuensi (numero 2 impianti) e da via Isacco Newton (1 impianto)... che strano evento... si si si proprio di questo si è trattato perchè stamattina (15/05/2013) i vigili urbani con l'ausilio di due camion stanno rimuovendo gli impianti presenti sullo spartitraffico di viale del Colli Portuensi!!!
L'equazione "via gli impianti xxx = imminente bonifica = successiva riallocazione degli impianti xxx" ha funzionato anche questa volta!!!
Comunque poichè non mi risulta che la xxx vinca settimanalmente il Superenalotto, la mia "perversa" mente pensa che qualcuno della xxx venga "casualmente" informato della imminente bonifica e quindi provvede alla rimozione degli impianti, salvo poi ricollocarli subito dopo, ovviamente con la illegale "legalizzazione" degli impianti stessi rinveniente dal pagamento del pizzo (pardòn, del CIP) al Comune di Roma.
Allego 2 foto della bonifica di stamattina ai Colli Portuensi.

Sempre buoni cartelloni a tutti da Manusardi!

mercoledì 29 maggio 2013

Buone e cattive notizie dall'Ostiense

Gentile Comitato,

se da una parte, con piacere, ho notato la rimozione di alcuni dei mostri cartellonari presenti in piazza del Gazometro (vedere http://www.cartellopoli.net/2012/04/ecco-anche-piazza-del-gazometro.html : i due presenti al centro dello slargo e quello più piccolo - superabusivo - posizionato sul guardrail, mentre purtroppo permane il cartellone a ridosso del muro Italgas), dall'altra non mi è sfuggito il posizionamento in corso d'opera di un nuovo impianto Clear Channel targato 0025/AF332/P da posizionare sulla circonvallazione Ostiense in prossimità del nuovo cavalcaferrovia "Spizzichino".

Il nuovo impianto - che andrà sicuramente a deturpare la vista che si gode dal ponte e lo skyline post-industriale dei Gasometri - risulta essere stato autorizzato da qualcuno, visti e considerati i nullaosta all'occupazione di suolo pubblico e all'installazione di cavi elettrici per l'illuminazione rilasciati dal Funzionario Geom. Giancarlo Franceschini, dal Dirigente U.O.T. del Municipio XI (oggi VIII) Arch. Porfirio Ottolini e dal Responsabile del Servizio Strade, Territorio e Ambiente Sig. Alessandro Di Silvestre, con concessione di occupazione temporanea di suolo pubblico n. PR/00013/13 del 14 maggio 2013.

A questo punto mi chiedo, ma il presidente Andrea Catarci ha qualche possibilità di bloccare l'installazione?

Gli impianti rimossi a piazza del Gazometro riappariranno dopo 6 mesi come è successo con quelli rimossi in estate davanti a Eataly e ricomparsi il giorno della Befana dopo 5 mesi?

(Per ricordare: http://www.cartellopoli.net/2013/01/ciao-ciao-air-terminal-e-stato-bello.html )

Ciao e scusate per la qualità delle immagini.

Carlo D. P.