lunedì 24 novembre 2014

L’Agenzia per la Mobilità non vuol far sapere che il bando di gara per l’affidamento di un servizio sperimentale di Bike Sharing a pedalata assistita è andato deserto

Pubblichiamo questo articolo ripreso dal nuovo sito del Circolo Territoriale di Roma di VAS (Verdi Ambiente e Società) di cui è responsabile il Dott. Arch. Rodolfo Bosi:
http://www.vasroma.it/lagenzia-per-la-mobilita-non-vuol-far-sapere-che-il-bando-di-gara-per-laffidamento-di-un-servizio-sperimentale-di-bike-sharing-a-pedalata-assistita-e-andato-deserto/


Su questo stesso sito il 14 luglio 2014 è stato pubblicato un articolo dal titolo “La contraddittoria “sperimentazione” del Comune di Roma per un servizio di Bike Sharing per 6 postazioni di biciclette a pedalata assistita”, che dava la notizia Agenzia Ansa del 20 giugno 2014 secondo cui «da novembre partirà a Roma un nuovo servizio sperimentale di bike sharing con pedalata assistita che sarà finanziato con i proventi del car sharing». (http://www.vasroma.it/la-contraddittoria-sperimentazione-del-comune-di-roma-per-un-servizio-di-bike-sharing-per-6-ciclostazioni-di-biciclette-a-pedata-assistita/)

Con Deliberazione della Giunta Capitolina n. 173 del 20 giugno 2014 è stata approvata la «Espansione del Servizio Car Sharing di Roma e implementazione del Servizio di Bike Sharing innovativo a pedalata assistita», che è avvenuta lo scorso 2 luglio 2014.

Immagine.Bike Sharing Roma.2
Piazzale Flaminio: immagine palese di un servizio di bike sharing claudicante e sgangherato,
visibilmente sconfitto e mai realmente avviato

Il 22 settembre 2014 è stato pubblicato un altro articolo dal titolo “Qual è la cabina di regia del Comune per la ciclabilità a Roma ?”, che dava notizia del Bando per l’affidamento del servizio sperimentale di bike-sharing a pedalata assistita secondo cui per il nuovo servizio di Bike sharing, entro il 6 ottobre 2014 sarebbero dovute pervenire le offerte per la fornitura di 120 biciclette a pedalata assistita e la gestione, per un periodo di 18 mesi, dell’intero sistema, incluse le ciclostazioni e il software per l’iscrizione al servizio e la gestione dei clienti.  (http://www.vasroma.it/qual-e-la-cabina-di-regia-del-comune-per-la-ciclabilita-a-roma/).

Dalla seconda metà del mese di ottobre circola va già la notizia non ufficialmente confermata che l’asta è andata deserta. 

Ne è venuta una prima conferma in un articolo pubblicato il 10 novembre 2014 sul sito htpp://www.bastacartelloni.it dal titolo “La gara per il bike sharing elettrico è andata deserta (e meno male)! Quando arriveranno le bici pubbliche a Roma?” (http://www.bastacartelloni.it/2014/11/la-gara-per-il-bike-sharing-elettrico-e.html). 

Una secondo conferma è venuta il giorno dopo 11 novembre 2014 in un articolo pubblicato sul sito htpp://www.romafaschifo.com dal titolo “Il bike-sharing di Barcellona sta fallendo ? E allora copiamolo anche a Roma. Chi dà consigli a Marta Leonori?” (http://www.romafaschifo.com/2014/11/il-bike-sharing-di-barcellona-sta.html). 

A distanza di un mese e mezzo dalla data del 6 ototbre 2014 entro cui sarebbero dovute pervenire le offerte sul sito della Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma htpp://agenziamobilita.roma.it figura coma ancora “attivo” il bando di gara n. 4/2014, che non risulta invece fra gli “Esiti di gara”. 

Dott. Arch. Rodolfo Bosi - Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS)

1 commento:

  1. Ottimo discorso di Marino oggi all'assemblea programmatica del PD.
    IO STO CON MARINO!
    Invito a leggerlo su ignaziomarino.it

    RispondiElimina