lunedì 16 novembre 2015

L’avvio delle procedure per acquisire i pareri dei Municipi sui 15 Piani di Localizzazione degli impianti pubblicitari

Pubblichiamo questo articolo ripreso dal sito del Circolo Territoriale di Roma di VAS (Verdi Ambiente e Società) di cui è responsabile il Dott. Arch. Rodolfo Bosi:
http://www.vasroma.it/lavvio-delle-procedure-per-acquisire-i-pareri-dei-municipi-sui-15-piani-di-localizzazione-degli-impianti-pubblicitari/


Copertina Piani di Localizzazione
Come dovrebbe essere ormai noto, con  Deliberazione della Giunta Capitolina n. 325 del 13 ottobre 2015 sono stati approvati i 15 Piani di Localizzazione degli impianti pubblicitari: la deliberazione è stata pubblicata con tutti gli allegati il successivo 22 ottobre sul sito web del Comune. (http://www.vasroma.it/sono-stati-pubblicati-on-line-i-15-piani-di-localizzazione-degli-impianti-pubblicitari-con-la-deliberazione-con-cui-la-giunta-capitolina-li-ha-approvati/)
Da un punto di vista legale l’entrata in vigore di tale provvedimento va dunque considerata a partire dalla data del 22 ottobre, che non va però confusa con la data della “pubblicazione sul sito internet” da cui decorrono i 30 giorni entro cui “chiunque può far pervenire contributi partecipativi (osservazioni, istanze, proposte), redatti in carta semplice o via web e recanti la firma, la denominazione e i recapiti dei soggetti presentatori”. 
Quanto da me sopra riportato in corsivo è il testo del 4° comma dell’art. 32 delle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (PRIP), che disciplina il procedimento di “Approvazione dei piani di localizzazione”.
Il 1° comma del medesimo art. 32 dispone infatti che “i piani di localizzazione sono adottati dalla Giunta Capitolina secondo le modalità previste dal regolamento capitolino sul decentramento amministrativo attivando processi di partecipazione e informazione finalizzati a promuovere forme di proposta e di intervento diretto dei cittadini e di soggetti esponenziali. 
Il successivo 3° comma prescrive che “entro quindici giorni dall’adozione, gli elaborati relativi al piano di localizzazione sono inseriti in apposita sezione del sito internet di Roma Capitale e del sito internet dei Municipi competenti per territorio. 
Non è stato possibile rispettare i previsti 15 giorni per causa dello stato di commissariamento del Comune di Roma, che è subentrato nel frattempo. 
Giovedì 29 ottobre 2015 il Dott. Francesco Paciello (a quel momento ancora pienamente in carica come Direttore) ha trasmesso a tutti gli uffici competenti (compresi quindi i Direttori dei 15 Municipi) l’invito ad attivare il percorso di partecipazione dei cittadini ai 15 Piani di Localizzazione, ai sensi proprio dell’art. 32 delle Norme Tecniche di Attuazione del PRIP.
Al Dott. Paciello  ha scritto nel frattempo il Commissario Straordinario del Comune di Roma Francesco Paolo Tronca per sapere quali fossero le “priorità” cui dover assolvere.
Il Dott. Paciello gli ha risposto informandolo dell’invito trasmesso lo scorso 29 ottobre e gli ha elencato quali siano i provvedimenti cui dover assolvere nei giorni successivi:
1) prendere atto ufficialmente dal Prefetto Gabrielli che i presidenti, gli assessori ed i consiglieri di tutti e 14 i Municipi (ad eccezione del X Municipio di Ostia in quanto commissariato) restano in carica fino alle prossime elezioni e mantengono quindi i piani poteri per esprimere il “parere” di rispettiva competenza sui Piani di Localizzazione approvati il 13.10.2015 dalla Giunta Capitolina ;
2) attivare una apposita sezione del sito on line del Comune di Roma (così come del sito on line di ogni Municipio) dove pubblicare tutti i Piani di Localizzazione;
3) attivare un apposito indirizzo di posta elettronica a cui trasmettere a livello centralizzato le osservazioni ai 15 Piani di Localizzazione da parte di cittadini, comitati, associazioni e ditte pubblicitarie;
4) autorizzare a trasmettere ufficialmente a tutti i Municipi la richiesta ufficiale di espressione del “parere” sul Piano di Localizzazione di rispettiva competenza.
In applicazione della Ordinanza n. 171 del 17 agosto 2015 dell’allora Vice Sindaco Marco Causi il Dott. Francesco Paciello ha assunto la carica di Direttore della Direzione Sviluppo economico locale e pianificazione delle attività produttive – Affissioni e Pubblicità  a partire dalla stessa data del 17 agosto e fino al 31 ottobre 2015, per diventare poi dal successivo 1 novembre Direttore della Direzione Sportelli Unici, consentendo così che dal 1 novembre 2015 gli subentrasse la Dott.ssa Paola Sbriccoli nell’incarico di Direttore della Direzione Sviluppo economico locale e pianificazione delle attività produttive – Affissioni e Pubblicità (http://www.vasroma.it/le-modifiche-della-struttura-organizzativa-del-comune-di-roma-che-hanno-riguardato-il-settore-affissioni-e-pubblicita/).
A tutt’oggi non c’è ancora stato il passaggio effettivo di consegne che da voci raccolte sembra che dovrebbe ormai avvenire all’inizio della prossima settimana. 
In questo frattempo il Dott. Francesco Paciello ha provveduto a far predisporre l’indirizzo di posta elettronica, che verrà reso noto a breve, per consentire di trasmettere a livello centralizzato le osservazioni ai 5 Piani di Localizzazione da parte di cittadini, comitati, associazioni e ditte pubblicitarie. 
Il Dott. Francesco Paciello ha provveduto anche a far predisporre sul sito internet del Comune l’apposita sezione su cui pubblicare tutti gli elaborati relativi ai 15 Piani di Localizzazione: dalla data della avvenuta pubblicazione scatteranno i 30 giorni entro i quali chiunque potrà “far pervenire contributi partecipativi (osservazioni, istanze, proposte), redatti in carta semplice o via web e recanti la firma, la denominazione e i recapiti dei soggetti presentatori”. 
Il 5° comma dell’art. 32 delle Norme Tecniche di Attuazione del PRIP dispone testualmente che entro lo stesso termine di tempo di 30 giorni “l’Assessore o il Presidente del Municipio competente convoca un incontro pubblico, in orari e giorni che permettano la massima partecipazione dei cittadini” e che “della data dell’incontro viene data informazione con 15 giorni di preavviso nel sito internet di Roma Capitale, sul sito internet del Municipio competente e attraverso le ulteriori forme che si riterranno opportune” con la precisazione che “l’Amministrazione Capitolina assicura la presenza dell’Assessore competente o suo delegato, del Direttore dell’Unità organizzativa competente o suo delegato, del Responsabile del procedimento” e che “nell’incontro possono essere presentate ulteriori osservazioni, proposte ed istanze delle quali è dato conto congiuntamente alle altre osservazioni, proposte ed istanze, in un apposito documento.
In considerazione dello stato di commissariamento del Comune di Roma, è evidente che all’incontro pubblico che dovrà essere convocato in ognuno dei 15 Municipi non potrà essere assicurata la presenza dell’Assessore competente Marta Leonori né di un suo delegato, per cui spetterà al Commissario Straordinario Francesco Paolo Tronca assicurare nelle veci della Giunta la presenza del Direttore della Direzione Sviluppo economico locale e pianificazione delle attività produttive – Affissioni e pubblicità o di un suo delegato, dal momento che alle sue dipendenze non è stata assegnata nessuna “Unità organizzativa”: a presenziare agli incontri pubblici sarà quindi o la Dott.ssa Paola Sbriccoli oppure, come più presumibile, una persona da lei espressamente delegata.
È altrettanto evidente che a promuovere l’incontro pubblico nel X Municipio (di Ostia) non potrà essere né il Presidente Andrea Tassone (in quanto dimissionario) né l’Assessore competente al Commercio (in quanto anch’esso dimissionario), dal momento che con Ordinanza del Sindaco n. 57 del 20 marzo 2015 all’Assessore Alfonso Sabella è stata assegnata “la sovrintendenza al funzionamento dei servizi e degli uffici del Municipio di Roma X in materia di Litorale“.
Ma per arrivare a far promuovere ufficialmente gli incontri pubblici il Commissario Straordinario Francesco Paolo Tronca deve prima autorizzare il Direttore del Dipartimento Sviluppo Economico e Attività ProduttiveDott.ssa Silvana Lari (presumibilmente per il tramite della Direzione Sviluppo economico locale e pianificazione delle attività produttive – Affissioni e pubblicità) la richiesta ad ogni Municipio di esprimere “parere” sul rispettivo “Piano di Localizzazione”.
L’ultimo comma dell’art. 32 delle Norme Tecniche di Attuazione del PRIP cita espressamente il Regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbana che è stato approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 57 del 2 marzo 2006.
L’art. 14 del suddetto Regolamento disciplina la “Efficacia della Partecipazione” ed il suo testo, così come all’epoca da me proposto ed approvato, stabilisce testualmente: “Tutti gli atti della informazione e partecipazione sono considerati ‘documenti della partecipazione’ e pertanto verbali delle riunioni, delle assemblee e degli altri processi divengono atti del documento della partecipazione.
Il documento della partecipazione accompagna l’intero iter del procedimento e trova esplicita menzione negli atti e deliberazione della Giunta Comunale e/o Consiglio Comunale e/o Municipale.” 
Ne deriva che nelle 15 deliberazioni con cui 14 Consigli Municipali in carica ed il Commissario Straordinario del X Municipio esprimeranno il loro “parere” sui Piani di Localizzazione dovrà essere fatta menzione esplicita del “documento della partecipazione” e del grado di recepimento delle osservazioni pervenute.  
Le osservazioni di cittadini, comitati, associazioni e ditte pubblicitarie ed i “pareri” dei Municipi verranno trasmesse al livello centrale della Amministrazione Capitolina.
Al riguardo il 6° comma dell’art. 32 dispone che “entro sessanta giorni successivi alla scadenza del termine stabilito per la presentazione delle osservazioni, la Giunta Capitolina approva il Piano di localizzazione deducendo sulle osservazioni presentate. 
Nelle veci della Giunta Capitolina il Commissario Straordinario Francesco Paolo Tronca dovrà dunque controdedurre sulle osservazioni presentate ed approvare definitivamente i 15 Piani di Localizzazione.
Dott. Arch. Rodolfo Bosi

AGGIORNAMENTO

Con determinazione del Consiglio dei Ministri del 27 agosto 2015, il Prefetto Domenico Vulpiani è stato nominato Commissario del X Municipio di Roma Capitale: è lui quindi il referente per il Piano di Localizzazione del X 
Dott. Arch. Rodolfo Bosi - Responsabile del Circolo Territoriale di Roma della associazione Verdi Ambiente e Società (VAS) - circolo.vas.roma@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento